Ad Arienzo le nozze di Giovannella Stendardo, 600 anni dopo

Ad Arienzo le nozze di Giovannella Stendardo, 600 anni dopo

Claudio Sacco

 – Giovannella e Marino1Un appuntamento molto atteso e molto seguito quello di ieri sera ad Arienzo.  La rievocazione del matrimonio di Giovannella Stendardo. Seicento anni dopo, l’unione tra la Signora di Arienzo e Marino Boffa (interpretati da Costanza Crisci e Antonio Morgillo) ha riportato la città nella stessa atmosfera, con riti, funzioni, abiti e musiche medievali. Il sindaco Davide Guida e il direttore artistico Enzo Gagliardi hanno ringraziato l’organizzazione e quanti hanno collaborato attivamente per la riuscita dell’evento, a partire dall’associazione Fatti per Volare, la Protezione civile, il parroco, il responsabile unico del procedimento Carmela D’Addio, l’amministrazione tutta e tanti volontari. Alla manifestazione hanno partecipato anche i sindaci dei comuni di San Felice a Cancello, Santa Maria a Vico e Cervino. Il progetto della rievocazione storica rientra nei finanziamenti della Regione Campania degli eventi per la promozione turistica e la valorizzazione dei territori.

Queste le parole del primo cittadino: “Il caldo e festoso abbraccio di questo vasto pubblico fa bene al cuore di Arienzo. La rievocazione storica del matrimonio di Giovannella Stendardo ha messo Arienzo al centro della Campania per l’elevato spessore culturale, per questo motivo assume un valore importante non solo oggi ma per il futuro di tutti noi. Non mi resta che darvi appuntamento all’anno prossimo per la terza edizione”.

You might also like

Spettacolo

Mesolella, il Quartiere palcoscenico per grandi eventi

(Enzo Battarra) – Il Quartiere Militare Borbonico appare come un castello incantato. Il rigore della struttura architettonica, la sua maestosità sono infranti dai colori vivaci, accesi, delle sculture di plastica

Primo piano

Radio Zar Zak, serata jazz con la pianista Rita Marcotulli

Maria Beatrice Crisci    – Rita Marcotulli sarà protagonista sabato 9 febbraio prossimo nel SottoScala di Radio Zar Zak, per un evento unico e irripetibile.  L’artista, una delle più grandi

Primo piano

Silk&Beyond, si veste di seta la Caserta solidale

C’è una via della seta che porta a Caserta, anzi al settecentesco borgo di San Leucio. Questa prestigiosa tradizione borbonica va difesa, valorizzata e promossa come costante eccellenza del territorio.

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply