Alessandro Preziosi all’Anfiteatro Campano per la Fondazione Diana

Sarà la mia prima volta all’Anfiteatro Campano e non vedo l’ora. L’opera non è stata scelta a caso ma con l’auspicio che – partendo proprio da una realtà come quella casertana – diventi un monito a guardare avanti, oltre certi limiti, per costruire un futuro migliore”.

E’ un vortice di ambizioni ed emozioni: Alessandro Preziosi ha iniziato il conto alla rovescia dei giorni che lo separano dalla sua prima esibizione a Santa Maria Capua Vetere. Venerdì 24 giugno, alle ore 21, l’attore napoletano sarà all’Anfiteatro Campano per interpretare un originale “Prometeo”, durante una serata promossa dalla Fondazione Mario Diana Onlus in collaborazione con la Soprintendenza dei Beni Archeologici di Santa Maria Capua Vetere. Il monologo, rilettura in chiave moderna del mito greco di Eschilo che Preziosi ha ideato con l’amico e produttore Tommaso Mattei, offrirà diversi spunti di riflessione agli spettatori.

La scelta di interpretare un personaggio discusso come il titano Prometeo – ha rivelato Alessandro –, amato e odiato allo stesso tempo, diventa metafora della condizione in cui versa non solo il Sud ma l’Italia intera. Un Paese ricco di possibilità e talenti ma attualmente distrutto dall’egoismo di chi continua a pensare ai propri interessi calpestando l’altro e la propria terra. Prometeo sfida Zeus con l’inganno per aiutare gli uomini, e per questa sua furbizia sarà condannato ad una terribile punizione. La sua storia mi affascina perché nasconde una doppia – e sempre attuale – chiave di lettura: nella vita bisogna impegnarsi per gli altri, per il bene comune, anche a costo di pagare con il proprio sacrificio scelte giuste. Ma entro certi limiti, quei limiti che invece Prometeo superò per il desiderio di onnipotenza”.

Da qui il profondo legame tra la storia del titano greco e la vita di Mario Diana, l’imprenditore casertano, vittima innocente di camorra, nel cui nome è stata istituita la Fondazione Mario Diana. Lo spettacolo all’Anfiteatro, infatti, rientra tra le celebrazioni promosse per concludere il Trentennale della sua morte, che lo scorso anno fu commemorato proprio da Preziosi con Le Confessioni di Sant’Agostino, al Belvedere di San Leucio.

Lo spettacolo sarà anche l’occasione per presentare il nuovo progetto della Fondazione Mario Diana, intitolato proprio “Prometeo”, che prenderà il via dall’autunno prossimo per offrire concreti supporti alla formazione universitaria di giovani talenti.

 

You might also like

Primo piano

A Casal di Principe una Summer School di giornalismo

Sono aperte le iscrizioni alla Summer School 2016 di giornalismo investigativo al tempo del Califfo. Sono dieci le borse di studio per giovani giornalisti che per tre giorni, dal 9

Primo piano

Al Colorito eventi di gusto e divertimento

Dopo il successo delle divertenti serate con alcuni protagonisti della trasmissione televisiva Made in Sud, continuano gli eventi di buon cibo e sano intrattenimento al Colorito, il polo casertano del

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply