Andrea Vinciguerra, il condottiero capuano nel nome dell’arte

Andrea Vinciguerra, il condottiero capuano nel nome dell’arte

Enzo Battarra

Sabato Angiero, Omaggio ad Andrea Vinciguerra

Sabato Angiero, Omaggio ad Andrea Vinciguerra

- Per lui era la «città delle madri». Capua è stata la sua passione, la città che ha declinato in tutti i suoi aspetti: politici, storici, sociali e soprattutto culturali. Andrea Vinciguerra se n’è andato a 72 anni, vinto da una malattia che ha combattuto con straordinario coraggio, lasciando oggi in eredità tutto il suo amore per Capua.

Franco Cucciardi, Ritratto di Andrea Vinciguerra

Franco Cucciardi, Ritratto di Andrea Vinciguerra

Una grande tristezza colpisce tutti coloro che lo hanno conosciuto, i suoi amici capuani come tutto il mondo dell’arte. Dirigente dell’Istituto autonomo case popolari a Caserta, è stato un protagonista della vita politica capuana, ricoprendo anche la carica di vicesindaco. La sua attività amministrativa è stata improntata da un’estrema attenzione allo sviluppo della cultura. È per questo che nel 1984 fu tra gli ideatori e i fondatori di Capuanova, cooperativa di arte, cultura, informazione, istruzione, turismo, sport e tempo libero. Sin dagli inizi la sede fu quella prestigiosa di Palazzo Fazio, l’edificio ritrovato. Qui sono state organizzate mostre di arte contemporanea di alto spessore, ma anche incontri, concerti, spettacoli. Da presidente si è impegnato a garantire un’attività costante, anche quando il suo stato di salute è diventato sempre più precario. Con Capuanova costituì il premio Follaro d’oro. Nei suoi trascorsi anche l’apertura della galleria Art Now. Negli ultimi tempi la sua battaglia era per il Museo Campano.

Andrea Vinciguerra ha speso una vita per la sua città, impegnandosi a tutti i livelli perché Capua fosse valorizzata e apprezzata come tesoro unico. Lui era e rimarrà un simbolo di quella consapevolezza che solo le comunità dal grande passato possono esprimere. Era lui il condottiero capuano, un pacifico Ettore Fieramosca pronto a lanciare quotidianamente la sfida nel campo dell’arte.

You might also like

Cultura

Al Museo Civico di Maddaloni riflettori sulla storia

(Claudio Sacco) – Sarà il Museo Civico di Maddaloni ad ospitare giovedì 23 marzo alle 17,30 la cerimonia d’inaugurazione della mostra “Aspetti di vita maddalonese dall’Unità d’Italia alla Seconda Guerra

Primo piano

Terrae Motus in cantiere. Il primo giugno apre al pubblico

Mercoledì primo giugno 2016 alle ore 11 viene presentata alla stampa, alla comunità artistica e alle autorità l’allestimento completo, anche se ancora provvisorio, della collezione Terrae Motus, che il gallerista

Cultura

L’Altro Casalese, il libro di Miggiano alla Feltrinelli di Caserta

Claudio Sacco  – «L’Altro Casalese nasce per parlare di un uomo che in qualche maniera rappresenta i casalesi per bene e che ha avuto il coraggio di essere un casalese per

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply