Bella di notte, la Reggia di Caserta svelata da Luigi Vanvitelli

Bella di notte, la Reggia di Caserta svelata da Luigi Vanvitelli

Enzo Battarra

- Notturno di Reggia con ospitirosso vanvitelliano . Il tour by night del palazzo reale di Caserta è in realtà uno spettacolo itinerante. Titolo “Rosso Vanvitelliano”, a cura della Compagnia della Città & Fabbrica Wojtyla e prodotto da Ali della Mente in collaborazione con l’agenzia di viaggi e turismo Reggia Travel e le guide regionali. L’appuntamento rientrava nei “Martedì alla Reggia” con l’apertura straordinaria del Palazzo Reale per lo spettacolo teatrale. Duecento le persone che hanno seguito il tour, con rappresentanze di hotel, agenzie congressuali, outlet, società di catering, molte guide turistiche, oltre al direttore della Reggia di Carditello Roberto Formato. Tra il pubblico anche i presidenti di Confindustria Gianluigi Traettino e della Camera di Commercio Tommaso De Simone. rosso vanvitelliano

La performance teatrale, i cui testi sono stati elaborati grazie alla collaborazione con l’Archivio di Stato di Caserta, ha rappresentato un ideale viaggio nel tempo alla corte dei Borbone attraverso un percorso itinerante tra gli Appartamenti Storici, la Cappella Palatina e il Teatro di Corte, in cui gli spettatori hanno potuto godere di una guida di eccezione, l’architetto Luigi Vanvitelli, e rivivere le atmosfere di corte attraverso i racconti di personaggi storici che l’hanno realmente vissuta, dalla regina Maria Carolina a Lady Hamilton, da Gennaro Rivelli, il Menino del Re, a Paolina Bonaparte, fino a Maria Sofia, ultima regina.

La rassegna “Martedì alla Reggia” è stata ideata per consentire l’accesso ai visitatori anche nel tradizionale giorno di chiusura del Monumento, con aperture straordinarie serali affidate ad Associazioni culturali drosso vanvitelliano el territorio.
Questa iniziativa di valorizzazione è un esempio qualificante di collaborazione tra cultura e mondo del lavoro. Per la realizzazione dello spettacolo sono stati coinvolti imprese e professionisti che, attraverso la progettazione e creazione dei costumi, la realizzazione degli impianti audio e video, il lavoro di ricerca storica, la costruzione di testi teatrali, la messa in scena di musiche e monologhi, hanno avuto l’opportunità di avere un’esperienza professionale in un grande museo italiano. Con i “Martedì alla Reggia” si intende quindi creare un’occasione per uno sviluppo artistico e professionale del territorio e per rafforzare il legame culturale con i cittadini.

You might also like

Primo piano

Caserta, magica notte live al Cluricaun con i Queen of Bulsara

Enzo Battarra – Perché Bulsara? Perché era questo il vero cognome di Freddie Mercury. Nascono così i Queen of Bulsara. Nello spettacolo ogni membro dell’ensemble impersona fedelmente uno dei quattro Queen con

Cultura

A piedi nel Parco, alla scoperta di una regina delle camelie

(Enzo Battarra) – Non sarà una passeggiata a piedi nudi nel Parco, ma avrà comunque un risvolto romantico la manifestazione “Camelie in fiore alla Castelluccia”. L’iniziativa è per domenica 5

Primo piano

Il Salotto dell’Arte fa tappa alla mostra Terrae Motus

Terrae Motus è la più straordinaria collezione tematica degli anni Ottanta. Fu Lucio Amelio, gallerista napoletano geniale e illuminato a raccogliere le opere di grandi artisti di fama internazionale da

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply