Bilancio positivo per la II edizione del Casavecchia Wine Festival

Bilancio positivo per la II edizione del Casavecchia Wine Festival

L’intento era quello portare all’attenzione di un vasto numero di appassionati il Casavecchia di Pontelatone, un vitigno rappresentativo di un territorio. Ebbene, gli organizzatori del Casavecchia Wine Festival, svoltosi a Pontelatone, nell’alto casertano, possono ritenersi soddisfatti visto il non trascurabile numero di appassionati e curiosi che affollato la cittadina, nelle due serate dell’evento.

L’iniziativa, firmata dalla Condotta Slow Food Volturno e dall’amministrazione comunale, è stata promossa anche per favorire una comune tutela del paesaggio e del patrimonio artistico e per un maggiore sviluppo turistico sostenibile.

D’altra parte, è noto, che il vino con il suo legame con le aree territori in cui è prodotto, ha avuto da sempre un ruolo sostanziale e irrinunciabile per la costruzione dell’identità di un territorio e per la promozione, valorizzazione e sviluppo.

In degustazione i vini Casavecchia prodotti dalle aziende: Terre del principe; Vestini Campagnano; Viticoltori del Casavecchia; Vini Alois; Vigne Chigi; Agriturismo Fontanelle; Sclavia; Il verro; Poderi Bosco e Masseria Piccirillo beati colli; ben abbinati alle specialità gastronomiche preparate dal ristorante Plinius e dall’agriturismo Le Fontanelle di Pontelatone e dal ristorante Il Generale di Caiazzo.

Nelle due sere, i dati indicano in circa 4.000 le presenze, gli enoappassionati si sono interessati anche a quanto presentato da Casa Slow Food con, tra gli altri, un Laboratorio di filatura della mozzarella condotto da Armando Palumbo, Docente Master of Food Formaggi, in collaborazione con caseificio La Baronia e un altro Laboratorio del Gusto condotto da Erasmo Timoteo, Responsabile delle Comunità del cibo.

“Al Casavecchia Wine Festival – ha rilevato Maria Elena Napodano, responsabile del tesseramento per Slow Food Campania e Basilicata – Slow Food ha esaltato, attraverso l’esperienza sensoriale, un vitigno resiliente e biodiverso, raggiungendo anche un importante risultato dal punto di vista associativo per la Condotta Slow Food Volturno, organizzatrice dell’evento.

“Notevole – ha aggiunto – è stata la sinergia che si è creata intorno alla manifestazione. Casa Slow Food ha avuto in tal senso un ruolo centrale: attraverso le degustazioni guidate del vitigno nelle declinazioni delle diverse aziende si è realizzata la mission dell’associazione di offrire strumenti di conoscenza e di consapevolezza. Senza contare che la collaborazione traResponsabili di progetto e Fiduciari Slow Food ha reso possibile un mercato dei produttori delle Comunità del cibo del territorio, nell’ottica di una consociazione possibile tra viticultura e le altre produzioni agricole”.

L’articolato programma, inoltre, ha compreso due convegni; uno, dal tema “Strade del Vino in Campania: quale futuro?” e, l’altro, su “Viticoltura, paesaggio, biodiversità: la consociazione possibile”.

Un particolare consenso è stato ottenuto la mostra “Pompeo, tra gesto, materia e colore”,dell’artista Ciro Pompeo.

“L’interesse dei partecipanti a questa seconda edizione – hanno dichiarato infine gli organizzatori – ci rende ottimisti per il futuro. Le riflessioni emerse dai convegni ci danno nuova linfa per promuovere attraverso azioni concrete sul territorio una viticultura sostenibile che possa diventare un modello di riferimento per le altre produzioni”. Appuntamento, quindi, al Casavecchia Wine Festival 2017.

Fonte: Comunicato stampa

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 5457 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista da otto anni e responsabile della comunicazione di associazioni sindacali e professionali (Ordine Commercialisti di Caserta, Cgil Fp Caserta, Banca di Credito Cooperativo di Casagiove, Tamarìn Business Center di Marcianise, Confimprese di Caserta). Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, quasi ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi, ma anche della carta stampata, come collaboratrice per la provincia di Caserta della testata economica Il Denaro. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte occupandomi non solo della comunicazione, ma anche dell'organizzazione di mostre e rassegne. E ancora, svolgo il ruolo di tutor per gli stagisti dell'Università che frequentano la redazione giornalistica dell'emittente TelePrima e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno

You might also like

Sport

La Pasta Reggia Caserta perde il derby con Avellino per 87-92

(Enzo Battarra)                     La Pasta Reggia Caserta perde anche il derby al PalaMaggiò con la Sidigas Avellino per 87-92 e compromette ancor più il già precario stato di classifica. Il tutto

Arte

Personale di Sabrina Casadei alla Galleria Nicola Pedana

Maria Beatrice Crisci – Si inaugura domenica 26 maggio alle ore 18 presso la Galleria Nicola Pedana a Caserta (Piazza Matteotti, 60) la mostra di Sabrina Casadei. “Montefantasma” è il

Primo piano

Ercolano, a Villa Fiorita le amate Marilyn di Alessandro Giunta

Maria Beatrice Crisci – Dopo il Belvedere di San Leucio le Scuderie Reali di Villa Favorita a Ercolano.  “Le mie Marilyn”, la mostra di Alessandro Giunta, fa dunque tappa nel Miglio d’Oro,

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply