Caiazzo, città in festival. Pronta la due giorni di fantasiologia

Caiazzo, città in festival. Pronta la due giorni di fantasiologia

Pietro Battarra

carrese- Sarà la cittadina di Caiazzo ad ospitare la prima edizione del Festival Fantasiologico ideato e curato dallo studioso Massimo Gerardo Carrese. L’iniziativa si avvale del patrocinio morale del Comune, della Pro Loco “Nino Marcuccio” e dell’associazione Città Slow oltre a diverse convenzioni territoriali.

Per due intere giornate, sabato 18 e domenica 19 ospiti in città saranno Ennio Peres, Antonio Rezza, Flavia Mastrella, Raffaele Aragona, Giovanni Vacca, Romolo Giovanni Capuano, Gianluca Caporaso, Daniela Allocca, Gero Mannella, Carlo Sperduti e tanti altri per parlare di fantasia, immaginazione, creatività. Tanti poi gli eventi collaterali come mostre fotografiche, esposizioni e performance. Palazzo Mazziotti diventerà il luogo della fantasiologia.

Che cos’è la fantasiologia? Un percorso di studio, secondo le intenzioni del suo promotore più attivo, il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, volto a esplorare la fantasia e l’immaginazione come facoltà della mente e non solo come importanti momenti di evasione dalla realtà. A discutere di fantasia e di immaginazione, ciascuno secondo le proprie opinioni, competenze e attività, saranno Raffaele Aragona, fondatore dell’Opificio di Letteratura Potenziale, il performer Antonio Rezza e l’artista Flavia Mastrella con un corto sul disagio mentale (Fuori dove?) e il libro Clamori al vento, l’antropologo e musicologo Giovanni Vacca (con un libro su Gianfranco Marziano), il funambolo Filippo Franco, gli scrittori Gianluca Caporaso, Gero Mannella, Carlo Sperduti, il giocologo Ennio Peres (con un intervento dedicato alla mente in gioco), la performer e ricercatrice Daniela Allocca, il sociologo e criminologo Romolo Giovanni Capuano con un discorso sulle pareidolie. A coordinare gli interventi Massimo Gerardo Carrese, studioso di storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, ideatore e curatore della prima edizione del Festival Fantasiologico e dell’anteprima dello scorso luglio a Telese Terme con Franco Arminio e gli stessi Rezza e Mastrella.

Nella nosta stampa si legge: «Non solo incontri ma anche esposizioni di oltre mille volumi curati dalla Libreria Che Storia di Caserta (che presenterà anche dei laboratori sensoriali per adulti e bambini), Ngurzu Edizioni, L.U.T. Libreria Utopica Temporanea. Mostre fotografiche di Daniela Morelli (curatrice di “Una fantasia vi salverà”), Elisa Regna con “Alfabetario dei Luoghi”, Mario Califanocon la sua mostra dedicata al Vesuvio ritratto sul finire degli anni ‘70, Noemi Marotta (fuori programma) con poetici scatti in bianco e nero. Ancora, una piccola esposizione di quadri di Angelo Pescatore e una scultura in carta di Mario Mascia, performance matemagiche di Giuseppe Polone ideatore di straordinari quadrati magici e di altre bizzarrie, giochi in legno di Nino Santabarbara e la possibilità per i visitatori di scoprire anche il Museo Kere di Palazzo Mazziotti. Le convenzioni territoriali accolgono i visitatori del festival con sconti sulla ristorazione (ci saranno menu fantasiologici dedicati all’evento) e pernottamenti. Tutta la manifestazione è a ingresso libero fino a esaurimento posti. La sala degli incontri ha una capienza massima di 70 posti. Info, programma completo e mappa su www.fantasiologo.com e su facebook “festival fantasiologico».

You might also like

Primo piano

Castel Morrone, la gara del solco esempio di land art popolare

Claudio Sacco – La Gara del Solco a Castel Morrone ha una tradizione molto antica quanto affascinante che si ripete anno dopo anno. La notte del 7 settembre i solchi

Primo piano

Teresa Musco a 40 anni dalla morte. Resta il mistero

(Enzo Battarra) – Il 19 agosto sono 40 anni dalla morte di Teresa Musco. Nei giorni scorsi, a Caserta e in tutta la provincia, sono stati affissi i manifesti che

Arte

A Nola fa tappa la mostra fotografica Analfabetismo Emotivo

Regina Della Torre – Sarà la Chiesa Santi Apostoli di Nola domenica 19 novembre alle ore 17 ad ospitare il vernissage della mostra fotografica “Analfabetismo Emotivo” di Juna e Marco. L’evento

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply