Cantieri Culturali aperti a Carditello, Rosy Rox è in Con-Tatto

Cantieri Culturali aperti a Carditello, Rosy Rox è in Con-Tatto

Pietro Battarra

Invito_RosyRoxCon-tatto interioreCon-Tatto interiore è la performance dell’artista Rosy Rox, a cura di Adriana Rispoli, in programma venerdì 6 ottobre dalle ore 18 nell’ambito di Cantieri Culturali Carditello. L’evento è promosso dal Comune di San Tammaro, finanziato dalla Regione Campania con i fondi Poc per i beni e le attività culturali e ospitato dalla Fondazione Real Sito di Carditello. L’opera indaga quei rapporti imperfetti segnati da profonde ambivalenze, legami capaci di condurre alla parte più intima e profonda dell’essere.

L’artista realizza un con-tatto con lo spettatore per proporre una riflessione sulla profondità del sentire umano, segnato, come tutti i legami, da sentimenti simultanei e contraddittori tra conscio e inconscio, presenza e ombra, naturale e artificiale, soggettività e alterità.

Attraverso il sapere del corpo, la performance di Rosy Rox offre la possibilità di entrare in contatto con l’altro da noi, realizzando un’esperienza vissuta e con-vissuta all’interno di uno spazio/tempo dilatato tra due interlocutori.

Realizzata per la prima volta nel 2015 e riproposta nel salone centrale del piano nobile del Real Sito di Carditello, la performance diviene il contesto per interrogarsi sull’impoverimento dei rapporti personali e sulla necessità di ritrovare un con-tatto con la profondità dell’esistenza.

Rosy Rox è un’artista visiva nata a Napoli nel 1976, dove vive e lavora. Scultura, installazione e performance sono i principali linguaggi utilizzati nella sua ricerca artistica. Dal 2011 lavora al progetto partecipativo in progress “il dono” che, con il coinvolgimento di realtà sociali differenti, coniuga ed elabora il rapporto tra vissuto e arte. Nel 2012 ha vinto il premio Un’opera per il Castello con cui ha realizzato l’opera permanente Tempo Interiore, riattivando nella sua personalissima visione l’antico orologio della Piazza d’Armi e restituendogli un tempo non convenzionale che cortocircuita passato, presente e futuro. I suoi lavori sono presenti in numerose collezioni pubbliche e private tra cui Fondazione VAF-Germania; PaBAAC, Mibac-Italia; Museum Biedermann, Germania, Collection Alain Servais, Belgio, Sana Quisisarni New York, Ernesto Esposito, Napoli.

Tra le ultime performance ricordiamo: Frammento archetipo, Tenuta dello Scompiglio, Lucca (2016); Con-Tatto, Byblos Art Hotel |Villa Amistà, Verona (2015); Monumento di passaggio, Q.I, Napoli (2015); Mi infrangerò nella tua sentenza, StadtGalerie Kiel, Kiel (2012), La Robe, Museo MADRE, Napoli (2012), Please return to you, CIAC Centro Internazionale per l’Arte contemporanea, Roma (2011).

 

You might also like

Arte

Sparaco, il genio della civitas. La targa in sua memoria

(Beatrice Crisci) – “Andrea Sparaco era un genio dell’arte, era un genio dell’amicizia e deve diventare un grande genio della civitas”. Con queste parole il vescovo emerito Raffaele Nogaro ha

Primo piano

Al PAN la ragazza afgana e altre storie di Steve McCurry

(Mario Caldara) – L’arte può essere definita in diversi modi. È sicuramente uno strumento con cui veicolare emozioni, una sorta di canale preferenziale tra due cuori, quello dell’autore e quello

Arte

Pablo Picasso a Pompei. E la sua “Parade” vive a Capodimonte

(Mario Caldara) – David Gilmour, in occasione delle sue date a Pompei nel 2016, definì la città come “infestata dai fantasmi”. Gli si può dar torto? È facile pensare – con

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply