Capolavori a Palazzo, la collezione di un antiquario alla Reggia

Capolavori a Palazzo, la collezione di un antiquario alla Reggia

Maria Beatrice Crisci

– “La collezione Lampronti è mreggia - artemisia - olto ricca, ed è costituita in larga misura da opere acquisite all’estero, attraverso le aste internazionali, arricchendo il patrimonio artistico italiano con la restituzione all’Italia e alle collezioni italiane di circa 12mila oggetti. Di primo piano, la selezione per la Reggia di Caserta». Così Vittorio Sgarbi, curatore della mostra “Da Artemisia a Hackert. Storia di un antiquario collezionista alla Reggia“, è intervenuto al Teatro di Corte in occasione della conferenza stampa di presentazione moderata da Vincenzo Mazzarella responsabile delle attività di valorizzazione della Reggia. Con Sgarbi, a fare gli onori di casa il Direttore Generale Tiziana Maffei e il gallerista Cesare Lampronti. A seguire, la preview della mostra per la stampa. “C’è stato un grande lavoro di squadra per questa mostra estremamente raffinata che  – ha detto la Maffei – rivela anche l’acuto gusto dell’antiquario, ma anche del collezionista”. “Questa mostra – ha evidenziato Lampronti – confido possa essere l’inizio di un percorso che i miei colleghi, antiquari e collezionisti sapranno interpretare con lo stesso impegno e probabilmente con maggiore successo”. L’esposizione è allestita nella sala degli alabardieri, nella sala delle guardie del corpo e nelle retrostanze settecentesche degli appartamenti storici. E’ stato ricordato che la mostra nasce dalla collaborazione tra la Reggia di Caserta e la Lampronti Gallery, che ha messo a disposizione buona parte delle opere raccolte dal 1914, dalla famiglia di collezionisti. L’esposizione nasce dall’idea di avvicinare il mondo del collezionismo privato e delle Gallerie d’arte a quello dei Musei, intesi come luoghi deputati alla fruizione e alla valorizzazione culturale per pubblici sempre più eterogenei.

Cesare Lampronti è esponente della terza generazione di una celebre famiglia di antiquari, che ha oltre cinquant’anni di esperienza nel mercato internazionale dell’arte. La Galleria Lampronti fu fondata a Roma nel 1914 dal nonno Cesare, specialista in pitture italiane del XVII e XVIII secolo, con particolare riguardo per le vedute, i paesaggi e le nature morte, dal Caravaggio al Canaletto e ai loro seguaci.

 

You might also like

Primo piano

Think Jazz. A Casapozzano c’è anche Enrico Pieranunzi

Il “Think Jazz” giunge alla seconda edizione. L’appuntamento è nel primo fine settimana di agosto a Casapozzano di Orta di Atella. Ed è proprio la piazza centrale dell’antico borgo atellano a ospitare

Primo piano

Da Caserta al Caucaso alla scoperta di culture e sapori

(Redazione) – Silvia Raucci e Antonio Russo sono i due giovanissimi studenti casertani dell’Università della Campania “Luigi Vanvitelli” in trasferta presso l’Università linguistica statale di Pjatigorsk, nel Caucaso del Nord, con cui

Attualità

Campus Salute, a Marcianise la due giorni di prevenzione

Claudio Sacco  – Non si ferma mai la macchina organizzativa del Campus Salute Onlus di Caserta, di cui è responsabile, sin dalla sua costituzione, il dottore Rosario Cuomo, Direttore di

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply