Caserta, i musei fanno sistema in Terra di Lavoro. Il Piano c’è

Caserta, i musei fanno sistema in Terra di Lavoro. Il Piano c’è

Claudio Sacco

- Si chiama Piano di promozione e valorizzazione del Sistema Museale “Terra di Lavoro”. È finanziato dalla Regione Campania e ha visto la realizzazione di rilevanti iniziative aventi come scopo quello di far conoscere le risorse artistico-culturali casertane.

Il Piano è stato presentato presso il Mac3, il Museo di Arte Contemporanea in via Mazzini a Caserta. Con il sindaco Carlo Marino anche l’assessore alla Cultura Daniela Borrelli. Del Sistema Museale fanno parte, oltre al Mac3 che è capofila, anche il Museo Civico di Maddaloni, il Mucirama di Piedimonte Matese, il Museo della Seconda Guerra Mondiale di San Pietro Infine e il Museo Scientifico dell’Istituto “Buonarroti” di Caserta. Il Piano di promozione e di valorizzazione ha coinvolto non solo i cinque musei del Sistema, ma ha visto l’adesione di ben 25 musei, tra cui il Museo Campano di Capua, sui 31 totali presenti in provincia di Caserta. Il Piano ha visto la realizzazione di un logo, di cataloghi, di filmati e di interviste con valore didattico, mentre si stanno completando le audioguide di tutti i musei aderenti, che hanno avuto la possibilità di usufruire di ogni attività di promozione.

Così come stabilito da una delibera approvata dalla Giunta Comunale di Caserta, essendo il Mac3 capofila del Sistema Museale, i giovani studenti casertani avranno la possibilità di svolgere dei progetti di alternanza scuola/lavoro sia in istituzioni facenti parte del Sistema Museale che in altre realtà del panorama culturale della provincia.

“Siamo davvero molto orgogliosi – ha spiegato l’assessore alla Cultura Daniela Borrelli – di aver coinvolto la quasi totalità dei musei della provincia di Caserta in questo piano di promozione e valorizzazione delle nostre risorse culturali. La messa in rete dei nostri patrimoni costituisce uno dei passi fondamentali per un reale processo di sviluppo del territorio, che sia capace di attrarre un numero considerevole di visitatori, facendo conoscere al di fuori dei nostri confini gli eccezionali luoghi di una terra ricca come la provincia di Caserta”.

You might also like

Arte

Caserta in the Seventies, lo stato dell’arte ora tutto in un libro

Maria Beatrice Crisci – È per venerdì 15 ottobre alle ore 18,30 presso la sede polifunzionale della casa editrice Terre Blu, in via San Nicola 27 a Caserta, la presentazione

Primo piano

“Noi vivi”, il ricordo delle Quattro Giornate di Napoli

Domenica 25 settembre alle ore 19,15 e alle 21 andrà in scena “Noi vivi”, uno spettacolo storico itinerante di NarteA sul palco naturale della Galleria Borbonica di Napoli, noto circuito sotterraneo partenopeo e reale testimonianza di diverse epoche

Primo piano

Dolce e Salato. Lo chef Daddio punta sulla formazione

Venerdì 9 dicembre alla “Dolce e Salato” di Maddaloni, scuola di formazione accreditata alla Regione Campania fondata e diretta dallo chef e Maestro Giuseppe Daddio e dal Maestro pasticcere Aniello

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply