Chocolate Days all’ombra della Reggia, pasticcieri in azione

Chocolate Days all’ombra della Reggia, pasticcieri in azione

Marco Cutillo

Chocolate DaysIl sabato più freddo di questo autunno è stato sconfitto. Sono numerosi i casertani e i non casertani che sono accorsi a Piazza Gramsci per la quarta edizione della Festa del Cioccolato. Tra gli stand di legno e l’inebriante odore del dolciume più amato, declinato in tutte le sue forme, è stato possibile osservare il processo di realizzazione di alcune prelibatezze. Le iniziative si sono svolte al Chocolate Laboratory, grazie all’organizzazione di Paola Viscito del Movimento Turismo del Cioccolato.

Già in mattinata, con la collaborazione dei ragazzi dell’Istituto Alberghiero “Veronelli” di San Prisco, per i bambini è stato possibile assistere alla realizzazione di biscotti natalizi. Si è proseguito, poi, nel pomeriggio, con un doppio appuntamento. In un primo momento, Mario Pentoniero, ancora dell’istituto “Veronelli”, ha realizzato una “Appleciock”, una torta di pandispagna al cacao ricoperta di cioccolato e mele caramellate. Inoltre è stato possibile accompagnare la degustazione con un pallagrello bianco, magnificamente abbinato con i dolci. Tuttavia l’appuntamento conclusivo si è confermato, senza dubbio, punta di diamante dell’intera giornata. I curiosi hanno potuto osservare la maestra cioccolatiera Anna Chiavazzo mentre realizzava i suoi “Dolci donne di storia”, cioccolatini ispirati a tre donne che hanno abitato la Reggia di Caserta. La chef ha ideato tre ganache (farciture) diverse, una per ogni donna, ricostruendo, attraverso i sapori, la personalità di Maria Amalia, Maria Carolina e Lady Hamilton. «Il cioccolato è una grande mezzo di comunicazione», le parole di Anna Chiavazzo. «Grazie al cioccolato si può fare anche cultura». I cioccolatini, veri e propri gioielli di pasticceria, hanno ricevuto lo scorso ottobre il marchio di eccellenza della Reggia di Caserta, confermando ancora di più quanto il nostro territorio si possa distinguere anche nel bene.

You might also like

Cultura

Premio Città di Caserta. Vince Iorio, papà di PulciNellaMente

Maria Beatrice Crisci – C’è anche Elpidio Iorio (nella foto di copertina), il direttore di PulciNellaMente, tra coloro che oggi sabato 16 settembre riceveranno nel pomeriggio il Premio Internazionale di

Primo piano

Radiodramma allo Spazio X, pubblico al buio per “Deep Blue”

Pietro Battarra – «Deep Blue» è il titolo del radiodramma che verrà presentato oggi in anteprima alle ore 18,30 allo Spazio X di via Petrarca 25 a Caserta. L’iniziativa è

Cultura

Pietro Treccagnoli a Sant’Arpino con “La pelle di Napoli”

Pietro Battarra – A Sant’Arpino nuovo appuntamento della rassegna letteraria “Sulle Orme del Cantor d’Enea”. Domenica prossima 16 ottobre, nel suggestivo scenario del seicentesco Palazzo Ducale “Sanchez de Luna”, si

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply