Dolce & Salato, conclusa la sessione invernale. Si va in tavola

Dolce & Salato, conclusa la sessione invernale. Si va in tavola

(Luigi D’Ambra) – Un nuovo evento alla scuola Dolce & Salato di Maddaloni, come conclusione della sessione invernale. L’appuntamento è per mercoledì 5 aprile alle ore 14. L’evento è incentrato sulle attività didattico-formative della sessione invernale, aprendo le porte agli iscritti della prossima sessione che acquisiranno notizie concrete da quelli vissuti. Ad accogliere gli ospiti e i relatori d’eccezione della giornata, i patron dell’ente di formazione, lo chef Giuseppe Daddio e il pasticciere Aniello di Caprio, attori in prima linea per l’aspetto disciplinare dei formati. Lo chef Daddio, da vent’anni direttore della Dolce & Salato, racconta: “Il cambiamento epocale che ha curvato il modo di approccio verso la didattica e il coinvolgimento dei giovani da collocare nel mondo del lavoro, dopo la mia lunga esperienza nel campo dell’insegnamento gastronomico, mi porta a vedere un nuovo modo di percepire la classe in un momento dove la democrazia liquida, in una web society, preferisce lo slogan all’informazione. E quando parlo di informazione occulta tengo a spiegare bene che mi riferisco ai più mediatici programmi televisivi che illudono i giovani, schermando l’onere del sacrificio e della determinazione.

Lo slogan che incentiva i giovani – aggiunge lo chef – è lo stesso che porta loro a fuorviare durante il percorso scelto. Spesso capita ai giovani promettenti, che hanno generic cialis individuato la loro strada professionale, di avere un’aspettativa diversa rispetto alla scelta. A far mollare e a bocciare la loro prospettiva futura sono i veri momenti azione di laboratorio che alla scuola Dolce & Salato si vivono come in un campo di calcio, dove emergono i calciatori fuori classe e le riserve. Insomma – conclude Daddio – il bello e il brutto del lavoro del cuoco, pasticciere, pizzaiolo è vivere la quotidianità in tutti gli aspetti del laboratorio sia nell’espletare lavori più sodi sia quelli più gratificanti”.

La kermesse è stata promossa per avvalorare le competenze di ogni formato e vantare il titolo di qualifica EQF 4 valido su tutto il territorio europeo, ottenuto grazie all’accreditamento alla Regione Campania della Dolce & Salato.

All’appuntamento, moderato da Michele De Simone, presidente dell’AssoStampa Caserta, prenderanno parte il direttore della Reggia di Caserta Mauro Felicori, il direttore del Consorzio di Tutela Mozzarella di Bufala Campana Pier Maria Saccani, l’attore Vincenzo Soriano, volto televisivo famoso per i film, le fiction e le partecipazioni a trasmissioni televisive. Le conclusioni sono affidate all’assessore regionale alla Formazione e Pari Opportunità Chiara Marciani.

La mission degli allievi è seguire provigil i dettami acquisiti in tre mesi di formazione trasversale tra disciplina, teoria, mani in pasta e il successivo stage della durata di sei mesi in strutture ricettive: hotel 5 stelle L, ristoranti stellati, pasticcerie eccellenti e case valide professionalmente. Percorso che consente di continuare a fare palestra. Esperienza teorico-pratica tra scuola e stage che assicura il futuro lavorativo.

La consistenza della Dolce & Salato e il suo collaudato know how, fatto da sempre con docenti esperti di materia tecnica, scelti in base al loro profilo settoriale, sono chef di fama nazionale ed internazionale, di ristoranti stellati, pasticcieri di nota e pizzaioli in auge. Figure professionali rivolte a dare maggior rilievo alla programmazione didattica.

La scuola crede nelle figure dei docenti interni per i percorsi di qualifica europea, per la cucina il direttore Giuseppe Daddio e il suo collaboratore Gabriele Piscitelli; per la pasticceria il maestro pasticciere Aniello di Caprio; per la pizzeria i maestri pizzaioli Antonio Di Crescenzo e Luigi Castaldo, due professionisti di ampie vedute. Il settore bar management e il bere contemporaneo è guidato da sempre dal maestro Roberto Onorati, fiduciario Campania dell’ABI modalert 200mg Professional, che si distingue per la cura dei dettagli e del minuzioso servizio. Per le monografie, grandi professionisti: Francesco Sposito, Davide Scabin, Sergio Mei, Pierfranco Ferrara, Cristina Bowerman, Antonino Maresca, Sabatino Cillo, Pasquale Torrente e Michele Rotondo che ha organizzato l’hospitality food dei discenti. Per la prima volta, la scuola ha istituito una borsa di studio grazie all’Accademia Chirico che ha voluto scommettere sugli allievi nello sperimentare nuove e inedite ricette con l’utilizzo del grano cotto con amido gelificato. A termine dell’evento, a consegnare la borsa di studio all’allievo che avrà realizzato la miglior ricetta valutata da una giura composta da tecnici ed esperti sarà Mario Palma, amministratore unico dell’azienda Chirico.

Per dare maggiore enfasi al mondo pizza, la scuola ha voluto la presenza di un ospite che oggi ha dimostrato con la sua attività di distinguersi dalla massa, portando in alto con Casa Vitiello il nome di Caserta: il pizzaiolo Francesco Vitiello. Come da tradizione, al termine saranno offerte le creazioni gastronomiche preparate dai corsisti.

You might also like

Editoriale

Notte di San Lorenzo, è il cielo che piange lacrime di desideri

Augusto Ferraiuolo  – La prima cosa a cui pensiamo nel parlare di San Lorenzo non è la sua agiografia o rituali eventualmente connessi alla sua figura. Pensiamo alla notte, e

Primo piano

A dicembre c’è musica colta a Pignataro Maggiore

Al via il ‘Dicembre in Musica’ degli “Amici della Musica” di Pignataro Maggiore, in provincia di Caserta. Il segmento concertistico che chiude l’attività annuale del sodalizio consta di due appuntamenti,

Attualità

Una mongolfiera nel Parco, per un volo sulla Reggia di Caserta

Maria Beatrice Crisci – Uno spettacolo unico! Una mongolfiera nel Parco della Reggia di Caserta. In tanti non hanno voluto perdere l’occasione di veder alzare il pallone aerostatico proveniente dal

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply