Fuochi sul Lago Miseno. Finisce la festa di Sant’Anna

Fuochi sul Lago Miseno. Finisce la festa di Sant’Anna

(Redazione) – Si conclude la festa a Bacoli. Tanti eventi e iniziative hanno coinvolto la comunità flegrea a partire dal 26 luglio, giorno in cui si festeggia la ricorrenza di Sant’Anna, la patrona di Bacoli. E martedì 9 agosto la conclusione della festa patronale con uno spettacolo pirotecnico nell’incantevole scenario del Lago Miseno.

Obiettivo di quest’anno è stato il coinvolgimento delle realtà del territorio al fine di valorizzare e recuperare un evento le cui radici si perdono nella notte dei tempi, agli inizi del 1900, cercando di riportare tale avvenimento alla sua originale e naturale importanza. E questo nella difesa delle identità e delle tradizioni che si accompagna per lo più a una valorizzazione della memoria, dell’eredità culturale, in un’idea di comunità allargata agli ascendenti e ai venturi, oltre che alla terra stessa.

La festa di Sant’Anna cade nel bel mezzo dei lavori che chiudono il ciclo agrario, forse per questo motivo la Santa è rappresentata con il manto verde, il colore del “germoglio di speranza” nato dal suo ventre, e giallo a ricordare il grano e i frutti pronti per essere raccolti. Il ruolo tradizionale di Sant’Anna, madre per eccellenza, si riflette anche nel suo patronato sulle mamme, sulle donne che desiderano la maternità e sulle partorienti. Ma la Santa è anche protettrice delle lavandaie e delle ricamatrici. È invocata persino dagli agonizzanti per ottenere una buona morte, ma la lista dei suoi patronati è straordinariamente estesa: alla sua protezione si rivolgono anche gli orefici, i falegnami, gli ebanisti, ed i naviganti.

You might also like

Spettacolo

Caserta Jazz Festival, la musica all’ora dell’aperitivo della sera

Pietro Battarra – Sarà Caserta Jazz Festival da giovedì 7 a lunedì 11 settembre. Sede dei concerti piazza Matteotti. L’ideazione e la direzione artistica sono di Edgardo Ursomando. Patrocinio morale dell’amministrazione comunale.

Food

Prima colazione d’autore con la pasticceria Sparaco

Regina Della Torre – Ha festeggiato da poco i suoi primi trent’anni di attività. Parliamo del bar pasticceria “Nicola e Guido Sparaco” con sede, l’unica, a Castel Morrone (via Taverna

Primo piano

Enrico Ianniello al Civico 14. Incontro con i lettori di Sifflotin

Marco Cutillo – “Chi non ha sofferto, canticchia. Chi ha sofferto, canta”. Con queste parole Quirino Raggiola, ormai schiacciato dalle macerie saluta per l’ultima volta suo figlio, svelandogli il mistero

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply