Giornalisti in cucina, la formazione sul cibo con lo chef Daddio

Giornalisti in cucina, la formazione sul cibo con lo chef Daddio

Claudio Sacco

- Sarà una foto Gruppo cucina per evento del 10 dicembre 2018mattinata di formazione quella organizzata per lunedì 10 dicembre alla scuola Dolce&Salato di Maddaloni. “Cibo: formazione, informazione e sicurezza” questo il tema del meeting con il corso di formazione per i giornalisti alle ore 10. Ad accogliere gli ospiti gli chef Giuseppe Daddio e Aniello di Caprio. I due referenti, cuore e motore dell’istituto nato oltre vent’anni fa e diventato punto di riferimento nazionale per la formazione del settore enogastronomico e dell’accoglienza, hanno voluto questo appuntamento per affrontare l’importante ed attuale tematica oggetto del corso e per chiudere l’iter dei percorsi didattici con lo scopo di orientare i giovani, le nuove leve, al mondo del lavoro. Alla mattinata di studio, seguirà la kermesse promossa per avvalorare le competenze di ogni formato e vantare il titolo di qualifica EQF4 valido su tutto il territorio europeo, ottenuto grazie all’accreditamento alla Regione Campania della Dolce & Salato.

L’incontro, presieduto da Ottavio Lucarelli, Presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania e moderato dal giornalista Franco Buononato, si aprirà con i saluti dei padroni di casa, gli chef Giuseppe Daddio e Aniello di Caprio. Relatori di eccezione che tratteranno l’argomento sotto diversi punti di vista, saranno: Luigi Cortellessa, Comandante Nazionale Dei Carabinieri Tutela Agroalimentare, Antonio Limone, Direttore Generale dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mozzogiorno, Alberto Ritieni, professore Ordinario di Chimica degli alimenti Facoltà di Farmacia Federico II di Napoli. Le conclusioni saranno affidate a Chiara Marciani, Assessore alla Formazione e Pari Opportunità Regione Campania.  A conclusione dell’incontro il saluto degli allievi.

“L’unico strumento utile a cambiare un sistema non piu’ attuale è la capacità di innovarsi grazie alla formazione – sostiene lo chef Daddio – una formazione fatta con il senso del dovere e la costante attività didattica che la scuola Dolce & Salato espleta da anni con garanzia verso i giovani. Si è veri maestri quando si ha la predisposizione nel trasmettere con cuore e cervello – aggiunge il maestro direttore della scuola maddalonese – un mestiere che oggi vive non solo di moda ma anche di illusioni, dove queste ultime portano i giovani  fuori strada”.

La consistenza della Dolce & Salato ed il suo collaudato know how, fatto da sempre con docenti esperti di materia tecnica, scelti in base al loro profilo settoriale, sono chef di fama nazionale ed internazionale, di ristoranti stellati, pasticcieri di nota e pizzaioli e panificatori in auge. Figure professionali rivolte a dare maggior rilievo alla programmazione didattica.

Il Pasticcere di Caprio afferma: “in un momento dove la velocità sociale corre a dismisura, i nostri allievi per fronteggiare tale maratona, devono impegnarsi ponendosi in primis obiettivi di crescita e poi anche di opportunità di inserimento.  La scuola è un perfetto luogo di apertura verso il mondo del lavoro per chi ha le idee chiare e vuole a tutti i costi realizzarsi. Disciplina, istruzione e formazione sono gli elementi essenziali per donare sicurezza a chi vuole trasformare un sogno in obiettivo e non da songo ad illusione”. Al termine della giornata, saranno offerte le creazioni gastronomiche preparate dagli allievi della Dolce & Salato che hanno concluso i percorsi formativi della sessione settembre/dicembre. I giornalisti che parteciperanno, riceveranno l’attestato con 4 Crediti Formativi.

You might also like

Spettacolo

Terra Bruciata, al Duel per la Festa della Liberazione

Claudio Sacco – “Terra Bruciata – Il laboratorio italiano della ferocia nazista”, il docufilm del regista casertano Luca Gianfrancesco  verrà proiettato al pubblico e alle autorità nella sala di via Borsellino mercoledì 25 aprile

Primo piano

Te piace ‘o presepe? Alla Reggia di Caserta è a tempo di rock

Maria Beatrice Crisci – “Come on, baby! è un’opera d’arte o meglio un presepe contemporaneo voluto in particolare da Vincenzo Mazzarella che ha invitato Mimmo Di Dio a rielaborare alla

Primo piano

Caserta ha la sua Biennale d’arte, è countdown al Belvedere

Luigi D’Ambra – “Terra Madre” è il tema della Prima Biennale d’Arte Contemporanea del Belvedere di San Leucio. L’evento, organizzato dalle città di Caserta e Casagiove, in collaborazione con l’associazione di promozione

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply