Giornata Fai, a Caserta visite guidate all’Acquedotto Carolino

Giornata Fai, a Caserta visite guidate all’Acquedotto Carolino

Pietro Battarra

Davide Vargas, Acquedotto Carolino

Davide Vargas, Acquedotto Carolino

- Appuntamento con la bellezza a Caserta per domenica 14 ottobre, all’insegna del Fai, il Fondo ambiente italiano. La settima edizione della Giornata Fai d’Autunno vedrà l’apertura e il racconto coinvolgente di luoghi di interesse storico artistico, paesaggistico e sociale, scelti tra quelli normalmente poco accessibili e sconosciuti al pubblico. Quest’anno il tema della Giornata Fai d’Autunno, che si terrà su tutto il territorio nazionale, sarà l’acqua, risorsa nobile ed irrequieta del paesaggio, elemento nodale del paesaggio italiano e risorsa essenziale per l’umanità.

Giustamente la Delegazione Fai di Caserta, presieduta da Donatella Cagnazzo, unitamente al Gruppo Fai Giovani, ha scelto la via d’acqua per eccellenza di Terra di Lavoro, ovvero l’Acquedotto Carolino. Il percorso – informa una nota inviata alla stampa – partirà dai Ponti della Valle, con visita alla stazione igrometrica e sul camminamento superiore dei ponti, per poi raggiungere il Torrione della Reggia di Caserta. L’ingresso avverrà da via Maria Cristina di Savoia in San Leucio. La visita avverrà lungo il camminamento delle rampe e lungo il percorso dell’acquedotto di San Leucio. Le visite guidate saranno effettuate dagli studenti degli istituti casertani “Giordani” e “Manzoni”.

Contemporaneamente sarà aperto anche il Palazzo della Prefettura, dove le saranno gli allievi del “Giannone” di Caserta a fare da guide.

Gli orari delle visite saranno dalle 9 alle 17,30.

You might also like

Spettacolo

Ménage à trois fa tappa al Teatro Elicantropo di Napoli

Claudio Sacco – Arriva a Napoli per la prima volta, negli spazi del Teatro Elicantropo, la Compagnia Enanas de lanas Teatro. E’ qui che porterà il suo teatro di figura, venerdì

Primo piano

Reggia di Caserta, la sala Romanelli recuperata al contemporaneo. In mostra le installazioni di Demetz e Sannino

(Enzo Battarra)               È iniziata la fase di riappropriazione da parte della Reggia di Caserta delle sale da destinare alle esposizioni d’arte, siano esse

Primo piano

“Papilluccio”, ovvero Raffaele Viviani. Sabato santo al CTS

(Enzo Battarra) – Raffaele Viviani è fonte inesuaribile di proposte teatrali ed è anche un riferimento certo per la costruzione di spettacoli di valore. Lo sa bene il Piccolo Teatro

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply