Guido Sparaco, la sua pastiera napoletana regina della Pasqua

Guido Sparaco, la sua pastiera napoletana regina della Pasqua

Pietro Battarra

La Pasqua i pasticceria Sparaco. La tradizione- Da Castel Morrone arrivano i capolavori di dolcezza pasquali della Pasticceria Sparaco unica sede al civico 1 di via Taverna. Una garanzia di artigianalità da sempre, punto di riferimento non solo per i morronesi, aperta nei primi anni ’80 da Nicola Sparaco che oggi condivide con i figli Guido e Luisa il lavoro di laboratorio. Vista, tatto, olfatto, gusto: ogni senso viene coinvolto e sublimato nelle deliziose preparazioni di questi artigiani del dolce e la pasticceria per il periodo di Pasqua è un tripudio di colori e profumi primaverili.

Prima fra tutti c’è lei, la regina, la pastiera napoletana. Frolla allo strutto e aromi naturali quali limone e arancia, grano cotto di grande qualità Chirico, ricotta di pecora come vuole la tradizione e arricchita con composta d’arancia artigianale per esaltare il sapore. A farle compagnia, il casatiello dolce nel casertano chiamato pigna, un prodotto ben diverso dal classico casatiello salato. Viene definito il dolce della pazienza per il suo lungo tempo di preparazione. La pigna Sparaco prevede la doppia lievitazione di un preimpasto con un secondo impasto per un risultato finale molto soffice e incredibilmente piacevole. La particolarità di questo dolce, dalla veste semplice, è il profumo che emana al taglio. Ancora, in vetrina, si trovano delle morbidissime e leggere colombe artigianali a lievitazione naturale, e non pensate solo alla ricetta classica a base di uvetta e canditi. Qui c’è veramente l’imbarazzo della scelta perché ci sono anche tante golose alternative come la colomba alle amarene, ai frutti di bosco, al cappuccino, al cioccolato e quella al pistacchio mediterraneo gold.

Infine, l’angolo del cioccolato artigianale con le uova di Luisa Sparaco, meravigliose ed autentiche creazioni realizzate con le tecniche apprese al Master dell’Accademia Maestri Cioccolatieri Italiani di Belluno. Ogni uovo ha una sua personalità e si presenta elegante alla vista e al palato perché vengono prodotti con cioccolato mono origine Callebout di elevata qualità. Un’offerta per tutti i gusti dove troviamo anche quelle al cioccolato gold caramel dal sapore che ricorda la caramella alpenliebe.

Per l’aperitivo o per l’antipasto Guido Sparaco anche per la Pasqua ha voluto riproporre la novità assoluta del Natale 2017 in provincia di Caserta: il PanArchico, un panettone salato nella forma identico alla versione dolce, dove al posto di canditi e uvetta c’è il famoso caciocavallo Gerarchico del giovane casaro Angelo Santabarbara, un formaggio che dà il nome al panettone, affinato in ambiente anaerobico adagiato su paglia, ricoperto da muffe nobili dal sapore intenso ma equilibrato tendente ai sentori erbacei, la pancetta nostrana di maiale bianco locale prodotta dal bravo Marco Bernardo realizzata con metodo tradizionale aromatizzata con spezie naturali e olio extravergine di oliva per ammorbidire. ottenuto da olive coltivate in terra morronese.

Insomma, la Pasqua è alle porte, e quale modo migliore per trascorrerla se non con i prodotti Sparaco.

You might also like

Primo piano

Lotto infinito. Il nuovo disco di Enzo Avitabile

Giorgia, Francesco De Gregori, Mannarino, Renato Zero, Caparezza, Angela e Marianna Fontana,  Daby Tourè, Pippo Delbono, Paolo Fresu, Giovanna Marini, Hindi Zahara e Lello Arena nel nuovo disco di inediti di

Attualità

Trasferimento tecnologico della Federico II. Incarico a 012Factory

(Maria Beatrice Crisci) – L’incubatore 012Factory, primo modello in Europa di centro di contaminazione, si occuperà del trasferimento tecnologico per portare fuori i progetti dell’Università Federico II verso le aziende.

Attualità

Buone notizie a Caserta, un premio per le scuole da 10 e lode

Pietro Battarra – Consegnato nella Biblioteca del Seminario Vescovile di Caserta il Premio Buone Notizie Scuola/Giovani, Targa Angelo Ferro. L’iniziativa rientrava nella decima edizione del premio giornalistico nazionale Buone Notizie e ha visto la premiazione di un video reportage

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply