Helix. L’arte di Mario Ciaramella per il Settembre al Borgo

Helix. L’arte di Mario Ciaramella per il Settembre al Borgo

Marco Cutillo (ph Pino Attanasio)

- E’ ufficialmente iniziata la 46esima edizione del Settembre al Borgo diretto da Enzo Avitabile. Il festival culturale più antico del Sud ritorna anche quest’anno con un’anteprima dedicata anche all’arte. All’Eremo di San Vitaliano, infatti, è stata inaugurata la mostra di Mario Ciaramella dal titolo: “Helix. Natura, scultura, vita”.

pinoattanasio© (1) eremoLe opere si integrano silenziosamente con lo spazio circostante diventando quasi un accessorio del meraviglioso paesaggio. Con l’artista, anche il direttore artistico del festival, Enzo Avitabile, il rettore dell’Eremo, Don Valentino Picazio ed il curatore della sezione “Il Sud non è magia”, Luigi Ferraiuolo. «Helix, la spirale – ci racconta l’artista – viene rappresentata dalle lumache che sbucano nel prato e che, quindi, si presume assumano il ruolo di protagoniste. pinoattanasio© (8)- inaugurazione mostra 1Lo spettatore, però, è portato a deviare la sua attenzione verso un’altra opera: la grande croce latina che riverisce i monti Tifatini. Ornata di spine, essa vede il suo messaggio amplificato. Il Cristo, nel Vangelo, ha invitato gli uomini ad abbracciare la croce imitandolo, trasformando un mezzo di tortura nell’universale rappresentazione della sofferenza”. Oggi, l’artista vuole ribadire un concetto che trascende la religione, ma utilizza per questo scopo un’icona largamente riconoscibile. Solo accettando le spine e la sofferenza che l’esistenza porta con sé, potremo finalmente rinascere e diventare compassionevoli. Ai piedi dell’installazione troviamo una goccia di sangue, che assume anche il ruolo di seme della vita, pronta a fecondare gli animi commossi.

You might also like

Primo piano

Cesaro: è boom turistico culturale in Campania

“La Campania sta attraversando una fase di grande sviluppo dei flussi turistici in particolare di quelli stranieri, ed il segmento che più ne ha beneficiato è quello del turismo culturale.

Spettacolo

Pippo Infante al Cts, un comico del Regno di Napoli a Caserta

(Maria Beatrice Crisci) – E’ un doppio appuntamento quello che viene proposto il prossimo fine settimana al Piccolo Teatro Cts di Caserta in via Louis Pasteur 6, zona Centurano. Si parte

Primo piano

Oggi più che mai “Fate presto”

(Beatrice Crisci) – “Fate presto”. Quel titolo del quotidiano “Il Mattino” all’indomani del terremoto in Irpinia del 1980 suona ancora come un monito e riecheggia nelle sale della Reggia di

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply