I maggiori premi ed Enzo Avitabile, praticamente “indivisibili”

I maggiori premi ed Enzo Avitabile, praticamente “indivisibili”

Maria Beatrice Crisci

globooroVittoria-1170x1170- Globo d’Oro a Enzo Avitabile per le musiche del film Indivisibili di Edoardo De Angelis. È l’ennesimo premio di un anno strepitoso per il compositore di Marianella. Dopo il trionfo ai David di Donatello come miglior musicista e per il miglior brano originale, al Premio Ennio Morricone e al Ciack d’oro sempre per la colonna sonora di “Indivisibili” e dopo la vittoria del Premio Ubu per le musiche dell’opera teatrale di Pippo Delbono “Vangelo”, il 2017 di Avitabile si arricchisce di un altro prestigioso riconnoscimento.

“Enzo Avitabile ha saputo scrivere una musica piena di sfaccettature, capace di completare egregiamente le emozioni suscitate dal film Indivisibili. Evocando in qualche nota, con la sua voce roca e malinconica, l’imprevedibile universo napoletano…”. Questa la motivazione per l’attribuzione del premio.

Giunti alla cinquantasettesima edizione, i Globi d’Oro, i premi cinematografici della stampa estera in Italia, sono stati assegnati nel corso della cerimonia ufficiale che si è tenuta in Villa Medici a Roma. Tra i cinque candidati alla vittoria per la migliore musica, Enzo Avitabile ha avuto la meglio su Nino D’Angelo (“Falchi”), Stefano Di Battista (“Sole Cuore Amore”), Andrea Farri (“Lasciati andare”) e Marcello Peghin (“Chi salverà le rose?”).

 

You might also like

Primo piano

Ottavia Piccolo turista per scelta tra i segreti della Reggia

(Maria Beatrice Crisci) – È venuta il giorno prima del suo spettacolo a Caserta. L’idea era proprio quella di visitare la Reggia. E lo ha fatto, da vera turista per scelta.

Economia

Le Piccoline del Cuore, una casa di bambola nell’Antica Capua

Maria Beatrice Crisci – Le favole hanno un loro mondo. E a volte basta aprire una porta e ci si ritrova catapultati in un’altra dimensione. Così accade per la bottega

Attualità

Borbot, un assistente virtuale per la Reggia di Caserta

Maria Beatrice Crisci Borbot, ovvero il primo esperimento di intelligenza artificiale applicata ad un museo pubblico. Alla Reggia di Caserta la presentazione dell’iniziativa da parte del direttore Mauro Felicori e

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply