I vini di Tenuta Fontana in tavola a Casa di Miss Italia

I vini di Tenuta Fontana in tavola a Casa di Miss Italia

Miss Italia vuole dire bellezza e charme. Alle finali di Jesolo dal 6 al 10 settembre, Caserta sarà ben rappresentata sia dalle sue ragazze in concorso sia da un’eccellenza del territorio, il vino.

Nella Casa di Miss Italia, l’Hospitality Vip Area del Kursaal, ad accompagnare le cene e i buffet offerti agli ospiti ci saranno due vini prestigiosi dell’azienda vinicola Tenuta Fontana di Carinaro: il Civico 44, ovvero l’Asprinio di Aversa come bianco, e il Civico 34, cioè il Falerno del Massico Primitivo come rosso.

                                                                    Miss Italia

Tutti i protagonisti della grande kermesse nazionale si tratterranno nella Vip lounge della Casa di Miss Italia, che sarà il punto d’incontro per gli addetti ai lavori del Concorso, i giornalisti, gli sponsor e i tanti Vip ospiti dell’evento. Sarà anche un salotto ricco di appuntamenti e di eventi collaterali, di momenti musicali con un Dj set, di presentazioni editoriali, show case, tutorial style e cooking show, un fitto calendario di appuntamenti dedicati ai frequentatori dell’hospitality. Ma sarà anche il luogo dove nasceranno nuove iniziative di Pr per gli sponsor e tanti spunti di B To B.

                                                                                             Tenuta Fontana

Mariapina e Antonio Fontana, i giovani manager dell’azienda, hanno scelto l’Asprinio, il Civico 44, su cui si sentono di scommettere molto. È un vino bianco dal sapore intenso, che offre un ventaglio di sentori fruttati e floreali, prodotto dalle uve della classica alberata. È molto indicato su pizze e prodotti caseari come la mozzarella di bufala.

L’altro vino che sarà offerto è il Civico 34, un Falerno del Massico Primitivo, intenso, che ha un gusto persistente e caldo con sentori di frutta matura e di sottobosco.

L’azienda agricola Tenuta Fontana, costituita nel 2009, affonda le radici in una tradizione secolare quando a fine del 1800 prima i trisavoli e poi i nonni di MariaPina e Antonio hanno iniziato a recuperare alcuni terreni coltivati ad Asprinio.

Fonte: Comunicato stampa

You might also like

Primo piano

Giuseppe Daddio, venti anni di attività con Dolce&Salato

Claudio Sacco – E’ un momento molto atteso questo per la scuola Dolce&Salato di Maddaloni.  Quest’anno poi ancora di più. Si conclude, infatti, il percorso formativo della sessione settembre/dicembre che coincide

Primo piano

Basta un Sì, Oliviero lancia la campagna referendaria

(Redazione) – #bastaunsi: questo l’hashtag per il Sì al referendum costituzionale 2016. Lo utilizza anche Gennaro Oliviero, del Pd, consigliere regionale della Campania, nonché presidente della Commissione Ambiente. A Caserta per informare e

Wellness

Reversibilità e cancro, se ne parla al Belvedere di San Leucio

Luigi D’Ambra – Il Belvedere di San Leucio a Caserta ospiterà sabato 30 settembre alle ore 8,30 il convegno di presentazione della Fondazione DD Clinic Research Institute Onlus. Tema dell’incontro sarà:

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply