Il giudice Stefano Glinianski relatore per i commercialisti

Il giudice Stefano Glinianski relatore per i commercialisti

Luigi D’Ambra

- “Il referto annuale di controlli interni e le nuove linee guida della Corte dei Conti per l’esercizio 2016″. Sarà questo il tema del convegno gratuito in materia di Revisione legale in ambito pubblico  organizzato per oggi venerdì dall’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Caserta. L’iniziativa si terrà dalle ore 15 alle ore 19 presso la sala convegni del Grand Hotel Vanvitelli.

L’evento è in corso di approvazione da parte del Ministero dell’Interno ed è riconosciuto ai fini dei crediti formativi obbligatori necessari per l’iscrizione nell’apposito elenco istituito con decreto del Ministero degli Interni.
Parteciperà all’incontro, in qualità di relatore Stefano Glinianski, Giudice della Corte dei Conti e Segretario generale dell’Autorità di servizi pubblici garanzia scioperi nei essenziali. I lavori saranno introdotti da Giovanni Marrone dell’Ordine di Caserta, mentre i saluti introduttivi saranno portati da Gino Pezzullo e da Giovanni Gerardo Parente, rispettivamente segretario e iscritto all’Ordine casertano.

You might also like

Cultura

L’Estate da Re arriva in Cappella Palatina con i cori della lirica

Claudio Sacco – E’ sold out per il concerto dei Cori del Teatro di San Carlo Napoli e Teatro Municipale Giuseppe Verdi di Salerno in programma domani 20 luglio alle

Primo piano

Sisma Italia centrale. Al lavoro i vigili del fuoco casertani

(Redazione) – Sono diciotto i vigili del fuoco di Caserta impegnati sul territorio colpito dal terremoto del 24 agosto scorso. Gli uomini e le donne del comando provinciale stanno lavorando nel

Primo piano

Carinola. Paola Broccoli presenta il suo libro a Lunarte

Giunge alla decima edizione Lunarte, il Festival che si terrà sabato 6 agosto in Borgo Carani a Casanova di Carinola, a partire dalle ore 20 sino a notte inoltrata. Tanti gli

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply