Ingiunzioni fiscali, Castelvolturno dice sì alla rottamazione

Ingiunzioni fiscali, Castelvolturno dice sì alla rottamazione

(Luigi d’Ambra) – Gli enti e i comuni possono procedere alla rottamazione delle ingiunzioni fiscali. Vero è che il Consiglio comunale di Castel Volturno, all’unanimità, ha approvato il 30 gennaio scorso il regolamento per la definizione agevolata delle ingiunzioni fiscali. A darne notizia il presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed esperti Contabili di Caserta Luigi Fabozzi che spiega: «Il provvedimento del Comune, partendo dalle disposizioni in materia fiscale previste dall’art. 6 del Decreto legge n. 193 dell’ottobre 2016, convertito nella Legge n. 225 del dicembre 2016, ha, in pratica, reso possibile la definizione delle posizioni debitorie nei confronti del Comune di Castel Volturno conseguenti ad ingiunzioni fiscali». Il testo licenziato ha raccolto il 27 gennaio scorso, alla presenza del sindaco Dimitri Russo, anche il parere favorevole della Consulta dei Commercialisti di Castel Volturno, formata dai dottori commercialisti Teresa Palazzo, Manuela Ernestina Russo, Giuseppe Romano, Pietro Raucci, Giuditta Diana e presieduta, per l’occasione, dal neo Presidente dell’Ordine di Caserta, Luigi Fabozzi.

«Come evidenziato dall’assessore al bilancio Giuseppe Euplio Scialla – continua Fabozzi – nel corso della seduta della Consulta, saranno sanabili le ingiunzioni fiscali notificate fino al 31 dicembre 2016, con il completo azzeramento delle sanzioni ed il versamento dilazionabile in massimo 14 rate. La decisione dell’Ente, in aggiunta a quanto previsto dalle norme in materia di estinzione agevolata dei carichi erariali affidati agli agenti della riscossione, offre ai cittadini di Castel Volturno una grande opportunità per sanare a condizioni molto vantaggiose debiti per imposte e tributi, accumulati ed accresciuti per effetto delle sanzioni; l’adesione alla definizione sospenderà le procedure di recupero coattivo in corso ed impedirà l’avvio di nuove azioni».

Il presidente precisa, ancora: «Anche il Comune confida in un soddisfacente ritorno, tenuto conto che, storicamente, la riscossione dei crediti tributari è stata una delle maggiori criticità della finanza dell’Ente tanto da provocarne il dissesto finanziario. La misura adottata, consentirà di introitare in maniera più consistente i crediti pregressi con il conseguente abbassamento del livello di accantonamento al fondo debiti di dubbia esigibilità. Con una maggiore liquidità e con minori vincoli alla capacità di spesa del Comune, l’amministrazione castellana si pone l’obiettivo di aumentare risorse finanziarie disponibili per incrementare i servizi ai cittadini».

La Consulta dei Commercialisti, organo consultivo in seno al Comune di Castel Volturno, rappresenta un raro e valido esempio di collaborazione tra amministrazione pubblica e libere professioni, con finalità propositive e di affiancamento dell’Ente nello studio e nell’adozione di tutte le soluzioni più vantaggiose, avulse da implicazioni politiche. “Il caso di Castel Volturno – sottolinea l’assessore Scialla – è la chiara dimostrazione di quanto sia possibile anche in territori particolarmente difficili attuare buone pratiche e superare il sentimento più diffuso: lo scoramento generale”. Fabozzi poi aggiunge: “L’Ordine di Caserta plaude all’operato del Comune di Castel Volturno ed auspica la più ampia diffusione di questo organismo, la Consulta, presso i comuni della provincia di Caserta”.   Va ricordato che, dopo Mondragone, anche il Comune di Castel Volturno ha la sua Consulta dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili. L’organismo è composto da sette commercialisti, individuati dall’Ordine tra quelli residenti a Castel Volturno o con attività professionale sul territorio comunale.

La Consulta è presieduta dal Sindaco del Comune di Castel Volturno e dall’Assessore delegato e ha lo scopo di facilitare e di agevolare, attraverso lo scambio di proposte e idee, l’introduzione e la pratica applicazione dei nuovi tributi comunali, ma anche di contrastare l’evasione fiscale.

 

You might also like

Primo piano

Al Madre porte aperte per tutto il mese di agosto

Per il quarto anno consecutivo, dopo il 2013, il 2014 e il 2015, anche quest’anno, dal 1 al 31 agosto, il mese di agosto nella città di Napoli o nella Regione

Cultura

Pulcinellamente XVIII edizione. Calato il sipario tra emozione e sorrisi dei bambini

Un tripudio di colori, emozioni, tensione e gioia ha salutato domenica mattina, in un Teatro Lendi stracolmo, la conclusione della XVIII edizione della Rassegna Nazionale di Teatro Scuola PulciNellaMente. Grandi

Primo piano

Teatro comunale. Marino: “Il teatro sia l’agorà della città”

“Voglio che il Teatro Comunale sia l’agorà della città, la casa della cultura di Caserta. In questo momento la struttura è distante dai cittadini. Il mio obiettivo è che invece

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply