Intervista a Stefano Sacco, sul palcoscenico a passo di danza

Intervista a Stefano Sacco, sul palcoscenico a passo di danza

Regina della Torre

11 agosto 2018 Mattino Sacco- Ancora spazio ai millennials casertani. È quanto sta proseguendo a fare il quotidiano Il Mattino che oggi 11 agosto nell’edizione di Terra di Lavoro riporta l’intervista di Maria Beatrice Crisci, direttrice di Ondawebtv, a Stefano Sacco, nell’ambito della rubrica “Gli emergenti, le storie”. Ventidue anni, casertano di nascita e di formazione, un diploma al Liceo Linguistico Manzoni, Stefano è entrato precocemente nel mondo della danza. A quattro anni già immaginava il suo futuro su qualche palcoscenico importante, accanto a étoile di fama internazionale. Un sogno che nonostante la giovanissima età in parte si è già realizzato. Stefano Sacco è attualmente all’Opera di Nizza.

6 (1)«Che cosa è il  talento?», si chiede Maria Beatrice Crisci. E ha la risposta: «Semplicemente l’inclinazione naturale di una persona a far bene una certaattività. Stefano Sacco è certo un esempio di talento nella danza». Lui è espressione autentica di una “Caserta forza 90″, la generazione nata subito prima del Millennium bug, che non solo bussa alla porta, ma è capace anche di aprirla con determinazione e qualità. Sembra che la fabbrica di talenti casertani abbia ripreso a funzionare, anzi non sia mai andata dismessa. Si sa, la città della Reggia è la piccola Atene per il contributo che sta dando alla cultura nazionale.

Il racconto di Stefano Sacco eccolo condensato in queste parole: «Io ho lavorato sul mio corpo, ho faticato tanto per arrivare a un risultato. Non ho fatto nulla di più per raggiungere questi obiettivi. E come ce l’ho fatta io, possono farcela anche gli altri. Certo c’è una predisposizione, un maggior spirito di sacrificio e, soprattutto, pazienza ».

You might also like

Primo piano

Fate Cinema 2016. Antonio De Lellis il vincitore

“Ha costruito una narrazione semplice ma d’impatto. Ha saputo arginare con professionalità qualche lieve sbavatura nel montaggio, mettendo in scena un conflitto sicuramente deciso, correlandolo energicamente alla sua stessa risoluzione.

Primo piano

Resto al Sud. Una opportunità per i giovani del Mezzogiorno

 Regina Della Torre – “Resto al Sud” è l’incentivo che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali avviate da giovani nelle regioni del Mezzogiorno. Il progetto lanciato dal Ministero della Coesione

Spettacolo

Fine tour per il Principe Abusivo, ultima fermata il Palamaggiò

(Maria Beatrice Crisci) – “Il Principe Abusivo” conclude il suo tour teatrale a Caserta. Venerdì 28 aprile alle ore 21 l’ultima tappa al Palamaggiò. In scena ci sarà l’irresistibile coppia

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply