La Dante Alighieri di Caserta? Non una scuola media qualsiasi

La Dante Alighieri di Caserta? Non una scuola media qualsiasi

Claudio Sacco

- In prossimità delle iscrizioni alle scuole di grado superiore a quelle frequentate al momento dai piccoli cittadini casertani, Ondawebtv ha incontrato la professoressa Enza Sesio, docente della scuola media statale Dante Alighieri della città della Reggia.

Professoressa, ci saranno novità per il prossimo anno scolastico? Tante per il nostro istituto, una delle scuole storiche di Caserta, quella adiacente allo stadio Pinto. Siamo sempre più vicini al territorio e attenti alle molteplici esigenze espresse dalle famiglie e dai ragazzi e ragazze che accogliamo dagli 11 ai 13 anni. Ci siamo organizzati per il prossimo anno scolastico e proporremo ai neo iscritti in prima media, e saranno tanti come ogni anno, tre diversi orari settimanali a scelta dei genitori in accordo con i loro figli, sempre con un curricolo di 30 ore settimanali. La prima opzione prevede 5 ore di lezione al giorno per 6 giorni settimanali con uscita alle ore 13; la seconda 6 ore di lezione al giorno per 5 giorni con uscita alle ore 14 e il sabato libero per consentire alle famiglie una maggiore libertà organizzativa e ai ragazzi la partecipazione a gare agonistiche se impegnati; la terza 5 ore di lezione al giorno per 5 giorni ed un giorno di 6 ore con l’uscita al sabato alle ore 12.

Una vera rivoluzione! Le novità terminano qui? C’è la possibilità di opzionare un piano di studio con 5 ore di matematica anziché le 4 curriculari per potenziare le capacità logico-operative, prediligendo una didattica ludica che avvicinerà e affascinerà gli alunni che per la prima volta si affacciano a uno studio diversamente strutturato della matematica e della geometria. Il piano sarà triennale, pertanto il curricolo di matematica crescerà con i nostri allievi consentendo più ampie conoscenze e fornendo competenze sicuramente spendibili alle scuole superiori.

C’è tanto interesse per lo studio delle lingue. Certo, nel curricolo proposto non poteva mancare l’attenzione alle lingue. Sono anni che facciamo gemellaggio con la Francia, il progetto Erasmus, le certificazioni Delf per il francese e Cambridge per l’inglese, con grossi vantaggi anche per le famiglie, ma per il prossimo anno vorremmo introdurre lo studio dello spagnolo, una lingua che affascina grandi e piccoli. Continueremo a utilizzare, come già stiamo facendo da anni, il metodo CLIL per lo studio delle scienze in inglese. Viene così favorito non solo il miglioramento linguistico ma anche la motivazione. Aumenta, infatti, la consapevolezza di saper padroneggiare una lingua straniera.

Bene, molto ampia la vostra offerta. In verità c’è dell’altro, come le lezioni personalizzate di pianoforte e di musica d’insieme in coda all’orario scolastico e nelle classi ci adopereremo per fare con gruppi di alunni lo scratch lab, la danza, la lettura, le gare di italiano e matematica, il laboratorio di coding e robotica educativa. Attività che saranno presentate al nostro open day del 13 gennaio prossimo.

Un curricolo impegnativo per gli alunni. In una mia precedente intervista rilasciata qui a Ondawebtv, parlai dei risultati delle nostre prove Invalsi. Non è un caso che le performance dei nostri ragazzi risultino al di sopra del range nazionale e regionale, così come non è un caso che i nostri licenziati risultino essere i migliori nelle scuole superiori, dai licei agli istituti tecnici, ai professionali. Non esiste merito senza impegno, ma nella nostra scuola l’atmosfera è sempre accogliente ed è grande l’attenzione per tutti, non lasciando nessuno escluso.

You might also like

Editoriale

25 aprile, festa di Liberazione. Ma la Resa avvenne a Caserta

(Enzo Battarra) – Il 25 aprile è una data simbolica, ma certemente fondante per il tessuto sociale e civile italiano ed europeo. È simbolica perché la festa della Liberazione si è

Spettacolo

Autunno Musicale porta il Natale a Villa Capolieto

Maria Beatrice Crisci – Venerdì 29 dicembre alle ore 19 ad Ercolano nella suggestiva location di Villa Campolieto l’Orchestra da Camera Internazionale Incipit sarà protagonista di un nuovo appuntamento de l’Autunno Musicale con

Primo piano

Caserta, all’Itis Giordani la periferia svelata da Bruno Saviani

Maria Beatrice Crisci – “Il vuoto denso della periferia” di Bruno Saviani, edizioni Saletta dell’Uva, sarà presentato mercoledì 15 maggio dalle ore 10 alle 11. L’appuntamento è presso l’aula magna dell’Itis Giordani

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply