La scuola si mette al lavoro, il convegno dell’Asi di Caserta

La scuola si mette al lavoro, il convegno dell’Asi di Caserta

(Luigi D’Ambra)

- “È opinione comune che l’assenza di reciprocità tra scuola e mondo economico-produttivo costituisca una delle più importanti criticità del nostro sistema paese, destinata ad incidere sempre più negativamente sul futuro dei nostri giovani e della nostra economia. Contribuire a determinare possibili inversioni di tendenza su questo versante, credo rientri ampiamente nei compiti istituzionali del Consorzio Asi, quale ente promotore dello sviluppo industriale”. Così la presidente del Consorzio Asi Caserta Raffaella Pignetti nel presentare il convegno sul tema “L’educazione all’imprenditorialità: il ruolo della scuola”. L’iniziativa organizzato dallo stesso Consorzio Asi Caserta è in programma giovedì 8 giugno, a partire dalle ore 14.30, nella sala convegni del Centro Orafo Il Tarì di Marcianise. Con la presidente Pignetti, l’Assessore regionale all’Istruzione e alle Politiche Sociali, Lucia Fortini. Interverranno poi il Presidente del Tarì, Vincenzo Giannotti, il Vicepresidente di Confindustria Caserta, Clemente Cillo, il dirigente scolastico del Liceo Quercia di Marcianise, Diamante Marotta, la docente dell’Istituto comprensivo di Cesa, Carolina Levita, i sindaci di Marcianise, Antonello Velardi, e di Cesa, Enzo Guida. Moderatore il giornalista Francesco Bellofatto. L’iniziativa punta a mettere in risalto un fattore che nel prossimo futuro sarà sempre più decisivo nel panorama economico e sociale dei paesi avanzati e che in Italia, più che altrove, sconta gravi ritardi. In linea con questa impostazione, il Consorzio ha dato la propria adesione a due iniziative significative che saranno illustrate nel corso dei lavori. Con il Liceo Quercia di Marcianise ha partecipato al partenariato per il finanziamento di un progetto di educazione all’imprenditorialità, con fondi a valere sul PON del Ministero dell’Università e della Ricerca scientifica.

Con l’Istituto comprensivo di Cesa, il Consorzio ha contribuito alla pubblicazione di un testo dal titolo “ La Vite si marita” della docente Carolina Levita che ha utilizzato uno strumento antichissimo, la favola, come mezzo di conoscenza del territorio, delle sua storia, delle sue ricchezze e, quindi, anche delle sue potenzialità e opportunità.

La presidente Pignetti ha anche precisato come la scelta del Tarì come sede dei lavori non sia casuale, dal momento che la sua TADS – Tarì design school – costituisce un valido esempio delle enormi potenzialità che possono venire da una corretta impostazione del rapporto tra istituti della formazione e mondo del lavoro e della imprenditorialità.

 

You might also like

Cultura

Napoli come casa accogliente, orgoglio senza pregiudizio

(Mario Caldara) – Orgoglio senza pregiudizio. Si porgono le dovute scuse a Jane Austen per questa sfacciata deformazione che rievoca il suo “monumento” scritto, ma, a volte, bisogna guardare al

Primo piano

Canevari espone alla Galleria Casamadre di Napoli

Beatrice Crisci    E’ uno degli artisti della sua generazione famosi a livello internazionale. Parliamo di Paolo Canevari classe 1963, artista romano che vive e lavora a New York. Giovedì

Economia

Piedimonte Matese. Antiriciclaggio. I commercialisti si formano

Luigi D’Ambra – Continua la formazione per i Dottori commercialisti ed Esperti Contabili di Caserta guidato dal presidente Luigi Fabozzi. Lunedì 23 ottobre 2017 dalle ore 15  alle ore 18,

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply