L’estate casertana trova il suo re, è il tenore Jonas Kaufmann

L’estate casertana trova il suo re, è il tenore Jonas Kaufmann

Claudio Sacco

8 agosto 2018 Mattino Kaufmann- Un recital lirico per la serata di chiusura di Un’Estate da Re dedicata a due figure di primo piano del mondo operistico: il tenore Jonas Kaufmann e  il soprano Maria Agresta. Nella splendida cornice vanvitelliana dell’Aperia, suggestiva struttura del giardino inglese della Reggia di Caserta, la conferma si è avuta. Kaufmann è proprio un mattatore della scena, consapevole di essere da molti considerato il numero uno. Ha teatralizzato arie e melodie napoletane, con un’esuberanza accompagnata a grande potenza vocale. Lei è altrettanto brava, si è prestata ottimamente al gioco. E ha sorpreso tutti nella seconda parte del recital, quando si è presentata sulla scena come una splendida signora in rosso.

La cronaca della serata è tutta nell’articolo pubblicato da Maria Beatrice Crisci sul quotidiano Il Mattino. Divertente il finale della nota giornalistica: «La serata è fresca, come conviene in un teatro di verzura. Quasi frizzante. A renderla ancora più effervescente quel gran maestro di cerimonie che è Peppe Iannicelli, giornalista comunicatore parlatore. A lui il compito di calare il sipario. L’estate da re è finita. Si può andare al mare».

You might also like

Attualità

Metti la salute in tavola! Si sta tutti seduti a parlare del cibo

Marcellino Monda * – Il sedersi a tavola è uno dei gesti più socializzanti che esistono. Tante dichiarazioni di amore si fanno durante un tête-à-tête a ristorante, le amicizie si consolidano

Economia

Confcommercio Caserta. Chiusura locali. Iannotta: Problema enorme per i commercianti

Dovranno restare chiusi per cinque giorni, perdendo l’occasione di questo fine settimana per rilanciare l’economia del capoluogo. Questa la sanzione accessoria per gli oltre 40 locali che a novembre scorso

Primo piano

Wwf Caserta. Non sottovalutiamo i benefici nascosti dei fiumi

Raffaele Lauria* – Negli ultimi cinquanta anni, in provincia di Caserta, come in tutta  Italia, i fiumi sono stati oggetto di un’aggressione che ne ha modificato radicalmente assetti e dinamiche.

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply