Maria Adele Del Vecchio, al d2.0-box una storia allo specchio

Maria Adele Del Vecchio, al d2.0-box una storia allo specchio

Maria Beatrice Crisci

adele del vecchio- enzo battarra- L’incontro con Maria Adele Del Vecchio ha segnato il giro di boa, prima della pausa estiva, delle conversazioni d’arte organizzate da Angelo Marino al d2.0-box di Caserta, sotto il titolo My Work Tells My Story, ovvero Mi racconto in un’opera. A intervistare le artiste il critico d’arte e giornalista Enzo Battarra. In questo quarto dei sette incontri programmati la protagonista ha raccontato non solo se stessa, ma la stWhatsApp Image 2018-07-08 at 12.09.59oria di una famiglia che ha sempre vissuto visceralmente il rapporto con l’arte. A partire dal padre Crescenzo, l’artista che tanti successi anche internazionali ha riscosso ed è stato un grande maestro per le generazioni successive. E poi il fratello di Maria Adele, il gallerista e curatore Gigiotto, con il suo spazio a Berlino, uno dei più accreditati a livello mondiale. Insomma, in casa Del Vecchio si è vissuto e si continua a vivere d’arte. E l’opera unica che Maria Adele ha scelto per rappresentarsi è stata uno specchio, un Mirror, in cui due occhi guardano lo spettatore che diventa così protagonista, non solo perché riflesso all’interno dello specchio, ma allo stesso tempo perché scrutato dallo sguardo della lastra. E questo protagonismo che l’opera induce ha un forte sapore politico.

Appuntamento ora a settembre con la rassegna My Work Tells My Story. Prossimi incontri: Marisa Albanese il 15 settembre ore 20, Rosy Rox il 29 settembre ore 19,30 e Raffaela Mariniello il 13 ottobre ore 19,30.

You might also like

Primo piano

Sentieri Mediterranei, il festival diretto da Enzo Avitabile

Claudio Sacco – Ritorna in Irpinia il festival internazionale di musica etnica “Sentieri Mediterranei”, per la direzione artistica del maestro Enzo Avitabile, compositore, musicologo, cantautore e polistrumentista partenopeo emblema della ricerca

Attualità

De Luca: Primavera nuova stagione per welfare e terzo settore

(Luigi D’Ambra) – Welfare e terzo settore a confronto con istituzioni e società civile. Sono stati oltre 1800 i rappresentanti del mondo dell’associazionismo e del volontariato che hanno partecipato alla

Primo piano

Comicon Napoli, in giro tra i cosplay nella Mostra d’Oltremare

Mario Caldara Arte, impegno, passione. Tre ingredienti per un enorme successo, quello che emerge dal Comicon di Napoli. È ormai tradizione annuale che la Mostra d’Oltremare si trasformi in un

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply