Massimo Cacciari al Festival dell’Erranza a Piedimonte Matese

Massimo Cacciari al Festival dell’Erranza a Piedimonte Matese

Pietro Battarra

- Incontri con autori e artisti, spettacoli, riflessioni, ed altro ancora. Questo è il “Festival dell’Erranza” in programma dal 29-30 settembre al 1 ottobre a Piedimonte Matese. Dopo  l’apertura a maggio con Peppe Barra, il Festival si propone di raccontare quest’anno il dono e la sua complessità. «Si guarderà al dono della terra e della bellezza, dell’intelligenza e dell’estro, dell’ospitalità e del soccorso… Affinché rimanga gratuito, anonimo e incondizionato, l’evento del dono dovrà superare il limite del possibile» sottolinea l’ideatore e direttore artistico dell’evento, Roberto Perrotti, che ha dedicato la V edizione al tema “Il Dono e l’Impossibile”. Il ventaglio di proposte del Festival, spazia da incontri con autori e artisti, spettacoli, riflessioni, confermando il suo carattere originale e il suo prestigio anche di risonanza mondiale.

Si potrà assistere all’evento di apertura con il filosofo e accademico Massimo Cacciari, o all’incontro con l’antropologo Mauro Francesco Minervino o, ancora, alle conversazioni con gli scrittori Bruno Arpaia, Giorgio Agnisola, Donatella Di Pietrantonio, Lidia Massari, Massimo Onofri, Maria Clara Restivo, per citarne solo alcuni. Un momento importante è riservato alle riflessioni del teologo Gennaro Matino, mentre l’appuntamento con l’inviata di Rai2 Christiana Ruggeri si concentra su un reportage dal carcere venezuelano più pericoloso al mondo.

Ma si parlerà anche di crowdfunding con Alfredo Valeri dell’Associazione Civita e di donazione d’organi con Guglielmo Venditti, si potrà visitare la mostra fotografica di Antonio Biasucci, fare una capatina alla Libreria dell’Erranza e assistere venerdì allo spettacolo del Berberè trio jazz e sabato al concerto di Fabrizio Bosso, Pierpaolo Bisogno, Domenico De Marco, Cristian Capasso.

Luogo di incontro tra ‘bagagli’ di saperi diversi, il “Festival dell’Erranza” è cresciuto di anno in anno, potendo contare sia sulla presenza grandi autori e di quelli emergenti, sia sul sostegno e la collaborazione di chi crede fortemente nella promozione del patrimonio culturale intesa qui come “cammino” fisico e intellettuale per conoscere realtà sempre nuove.

Sul sito web www.festivaldellerranza.it, e grazie ai social media, è possibile reperire tutte le informazioni.

You might also like

Primo piano

Serenata al CTS di Caserta, Capodanno con Gino Accardo

(Enzo Battarra) – Musica a Capodanno. È quanto propone il Piccolo di Caserta, il CTS di via Louis Pasteur. in zona Centurano. Domenica primo gennaio alle ore 19 il nuovo

Primo piano

Teano jazz, tre mesi di grande musica. Tra natura e paesaggio

Claudio Sacco – Teano jazz, uno dei festival più importa­nti della Campania, ritorna dopo un anno di stop. La kermesse riprende il suo percorso con una proposta nuova e intri­gante.

Arte

Presentato il catalogo, chiude la mostra di Messina da Pedana

Luigi D’Ambra “La mostra è stata realizzata appositamente per questa galleria e mi ha dato modo di conoscere la città di Caserta, una città molto affascinante e con un’immagine che non

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply