Non solo cinema a Giffoni Experience, ecco anche una mostra

Non solo cinema a Giffoni Experience, ecco anche una mostra

Angelo Maisto

- Il Festival di Giffoni, giunto quest’anno alla sua 47esima edizione è una realtà internazionale consolidata. Il grande regista Francois Truffaut, ospite del Festival nel 1982, dichiarò pubblicamente: “di tutti i Festival del Cinema, quello di Giffoni è il più necessario”. Dal 2009 il marchio del Festival cambia nome in Giffoni Experience, trasformazione che, come spiega il suo ‘demiurgo’ Claudio Gubitosi, “parte da lontano e ha un senso profondo che va cercato soprattutto nell’apertura ad altre forme d’arte, ad altre emozioni, ad altre suggestioni”.

Riparo - 2017 - acquerello su carta - cm 103x85.courtesy Cellar ContemporaryjpgCon queste prerogative nasce l’idea del Direttore Gubitosi e di Valerio Falcone, responsabile per l’arte contemporanea del Giffoni Experience, di realizzare una mostra di opere di artisti contemporanei. Il tema del Festival, a ragionare sul quale sono stati invitati gli artisti Marilena Abate, Giovanni Alfano, Gianluca Leporini, Matteo Fraterno, Stefano Marra e chi scrive, è l’Acqua nelle sue infinite declinazioni. Per me l’acqua è simbolo di metamorfosi e di rigenerazione, elementi che hanno sempre caratterizzato la mia ricerca artistica. Le opere in mostra quindi vertono su questi topos personali.

Penso a Riparo, un acquerello che rappresenta un ibrido tra una radice d’albero e un rocchetto di cotone metamorfizzato in un fantastico Caballus. Proprio come un calmo corso d’acqua accoglie i pesci e le altre creature acquatiche cosi i fiori che germogliano dal Caballus fanno con gli uccelli e gli insetti che vi si avvicendano. Empatia e Dialogo Misterioso, opere in mostra realizzate con l’acquerello, raccontano, come scrive Camilla Nacci nel testo che accompagna il mio lavoro per la mostra “legami di Empatia tra personaggi che parlano la stessa lingua, sconosciuta, delle creature marine”. La mostra è allestita nella magnifica sala espositiva della Giffoni Multimedia Valley inaugurata lo scorso maggio. La si può visitare tutti i giorni dalle 9,30 alle 19,30 fino alla chiusura del Festival, sabato 28 luglio.

 

 

 

You might also like

Primo piano

Holodomor, il Manzoni di Caserta ricorda il genocidio ucraino

Maria Beatrice Crisci – «La pagina che oggi vive il Liceo Manzoni è di primaria importanza. Un seminario di studi, ma anche un’esperienza didattica, culturale, formativa  e soprattutto di vita». Così la dirigente

Primo piano

Antigone, innanzitutto. Ad Aversa per la Giornata della Donna

Pietro Battarra – “A partire da Antigone: la donna nella società e nella cultura contemporanea”. È questo il titolo dell’evento organizzato dall’associazione La Cruna di cui è presidente lo scrittore

Moda

Sono casertane, sono curvy. Saranno a Jesolo per Miss Italia

Maria Beatrice Crisci –  Serena Corvino di Mondragone e Federica Giovene di Caserta. Sono loro le due ragazze casertane che rappresenteranno la Campania alla semifinale nazionale di Miss Italia a

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply