Nuova stagione al Comunale, a Caserta il teatro si fa sul serio

Nuova stagione al Comunale, a Caserta il teatro si fa sul serio

Maria Beatrice Crisci

IMG_4959 3- Presentata la nuova stagione teatrale 2017/18 del Teatro Costantino Parravano di Caserta. Un calendario quello confezionato dal direttore del Teatro Pubblico Campano Alfredo Balsamo ricco di spettacoli di qualità ma anche di messe in scena più popolari. Con Balsamo, il sindaco di Caserta Carlo Marino e Francesco Somma, presidente del Teatro Pubblico Campano. “Tutta un’altra stagione” è scritto sulle locandine.

Isabella Ferrari, Iaia Forte, Claudia Cardinale, Eros Pagni, Mariangela D’Abbraccio e Geppy Gleijeses, Glauco Mauri e Roberto Sturno. Solo alcuni dei nomi del grande teatro italiano che calcheranno le scene del Comunale. E tutti diretti da grandi registi! “Quello che mi affascina – ha detto il sindaco Marino – è sapere cosa potrà dare questa nuova stagione teatrale in termini di coinvolgimento delle forze sane della città”.

Dieci gli spettacoli nel cartellone principale, difinito “Grande teatro”. Ma anche due ministagioni, ReD (ovvero risate e divertimento) e teatro civile, di quattro appuntamenti ognuna. Quindi, un totale di 18 proposte, che non è certo poco. Bello poter dire che prevale il teatro d’autore, quello basato su testi importanti, come classici della drammaturgia, ma anche su scritture recenti, di qualità.

Bello anche, nell’ambito della stagione portante, aver dedicato tre spettacoli a Eduardo De Filippo, con tre messe in scena profondamente diverse, firmate da Liliana Cavani (“Filumena Marturano”), Marco Tulliuo Giordana (“Questi fantasmi”) e Mario Martone (“Il sindaco del rione Sanità”). Tre modi diversi di celebrare Eduardo.

E poi un teatro di parola, quello civile, con la dialettica di Corrado Augias, Gianrico Carofiglio, Vittorio Sgarbi o Lucia Mascino.

Per il divertissement come tale, ecco l’astro nascente di Virginia Raffaele, il “core” napoletano di Sal da Vinci, l’ironia di Angela Finocchiaro in “Calendar Girls” e la comicità popolare dfi Biagio Izzo.

You might also like

Arte

Vittorio Messina da Nicola Pedana, quel certo senso infinito

(Maria Beatrice Crisci) – «In un certo senso infinito» è il titolo della mostra di Vittorio Messina che sarà inaugurata sabato 25 marzo alle ore 19 presso la sede di

Attualità

Castagne. Agrinsieme, é crisi per la produzione

Fare luce sui danni dell’emergenza fitosanitaria del castagno in Irpinia e in Campania e presentare alle istituzioni le proposte, elaborate dai referenti territoriali della provincia di Avellino del Coordinamento di

Primo piano

Morsi & Rimorsi. Quando globalizzazione fa rima con innovazione

(Enzo Battarra) – Morsi e profumi d’Oriente in quel di Caserta, tra i “Terroni in cucina”. Si è consumato di sera da Morsi & Rimorsi il rito giapponese dello chef

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply