Paolo Bini dalla Reggia al Madre, presentazione del catalogo

Paolo Bini dalla Reggia al Madre, presentazione del catalogo

Maria Beatrice Crisci

paolo biniLeft behind era il titolo della mostra di Paolo Bini nella Reggia di Caserta. L’esposizione ebbe inizio il 18 dicembre 2016 per poi concludersi il 4 febbraio 2017. A curarla fu Luca Beatrice e la Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee di Napoli concesse il proprio matronato. Ora è il Museo Madre a ospitare la presentazione del catalogo monografico, edizioni Il Cavallo Alato, 2017. L’appuntamento è per giovedì 15 giugno alle ore 18 presso la Biblioteca al primo piano.

Schermata 2016-12-19 alle 08.22.08Saranno presenti l’artista, in conversazione con il critico Luca Beatrice, curatore della mostra e già curatore del Padiglione Italia alla 49esima Esposizione Internazionale d’Arte di Venezia nel 2009, e il gallerista Nicola Pedana, introdotti dal direttore del Madre Andrea Viliani.

Il volume contiene testi critici di Luca Beatrice, Andrea Viliani, Vincenzo Mazzarella e Arianna Baldoni e una selezione di immagini fotografiche di Carlo Ferrara che testimoniano il pervasivo dialogo fra l’opera di Bini e i regali ambienti borbonici coinvolti nel progetto site-specific della mostra.

You might also like

Primo piano

Legalità, mi piace. Giornata nazionale di Confcommercio

(Redazione) – Oggi 22 novembre si svolge la quarta edizione della Giornata di Confcommercio “Legalità, mi piace” che sarà incentrata sui fenomeni criminali che riducono la competitività del nostro sistema produttivo,

Primo piano

Festa della Vendemmia. Da Parete a Lusciano per cantine e vigneti

Ha preso il via da Parete la manifestazione itinerante “Festa della Vendemmia Asprinio e Jazz” che sino al 2 di ottobre vedrà coinvolti oltre al comune promotore di partenza, i

Primo piano

Aversa è musica, la tradizione che continua a tempo di swing

Enzo Battarra – Aversa è città musicale. Lo è stata soprattutto nel Settecento con Domenico Cimarosa e Niccolò Jommelli, ma poi il territorio ha continuato a generare musicisti di prim’ordine. E figlio

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply