Per diventare Miss Italia bisogna stare a dieta… mediterranea

Per diventare Miss Italia bisogna stare a dieta… mediterranea

Maria Beatrice Crisci

le miss e la dieta (2)- La dieta mediterranea come stile alimentare e di vita anche a Miss Italia. Lo sa bene il celebre enogastronomo Fofò Ferriere, convinto sostenitore di una tavola che valorizzi i sapori di una volta, autentici e genuini. Ed è stato proprio lui che ha proposto alle 30 finaliste del concorso di bellezza una ricca dispensa italiana per un viaggio gourmet ispirato alla dieta mediterranea. Le protagoniste dell’esperienza culinaria nella Casa di Miss Italia, hanno assaggiato il delizioso buffet composto da cibi sani e leggeri, ma senza rinunciare al gusto. Fofò ha presentato piatti appetitosi, equilibrati e bilanciati, tra proteine e carboidrati, legumi e vegetali essenziali. Il padrone di casa dell’area food, dall’inconfondibile “british look” con bretelle e foulard, ha invitato le ragazze e la patron Patrizia Mirigliani al banchetto appositamente preparato per loro: nel menu, non sono mancati i legumi alla cilentana, la misticanza, i finocchi con succo d’arancia, le verdure al vapore, il riso all’ortolana, la pasta al pomodoro e il rosticino in salsa contadina.

Il pranzo “a prova di Miss” è stato un’occasione, affinché le finaliste comprendano l’importanza di nutrirsi con gli alimenti della cosiddetta “dieta mediterranea”, che siano di campagna, dell’entroterra collinare o del mare. Collante dei prodotti tipici delle regioni italiane e dei Paesi che si affacciano sul Mar Mediterraneo, l’olio. Un ingrediente che vanta circa 4mila anni di storia. Come spiega Fofò: “Mi piace associare la pianta dell’ulivo all’uomo. Entrambi, infatti, per dare il meglio, non devono vivere momenti di stress e hanno bisogno di essere trattati con cura e con amore”. Una dieta mediterranea che ha fatto onore alla Casa di Miss Italia e al suo creatore Vincenzo Russolillo.

You might also like

Primo piano

Montesanto foodwalk: cibo, tradizione e digitale

(Mario Caldara) – Può un quartiere o un’intera città essere raccontati attraverso il cibo? Se si pensa a Napoli e alla sua tradizione culinaria, è facile rispondere alla domanda. È

Arte

E’ a Caserta la casa del sole, Marco Lodola ridisegna la Reggia

Maria Beatrice Crisci – “La casa del sole che sorge”. È questo il titolo del progetto che l’artista Marco Lodola realizzerà alla Reggia di Caserta nel prossimo autunno. Sculture luminose che appariranno

Cultura

Carlo III di Borbone, una mostra a cura del liceo Giannone

Domani mercoledì 3 novembre alle ore 9.30 nella Cappella Paladina della Reggia prende il via il Convegno su Carlo III di Borbone nel tricentenario della nascita avvenuta a Madrid il

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply