Pitti Immagine Uomo, a Firenze il battesimo del brand Lubello

Pitti Immagine Uomo, a Firenze il battesimo del brand Lubello

Maria Beatrice Crisci

 – C’è anche Caserta qdecolte nastro banano copiauest’anno a Pitti Immagine Uomo, a manifestazione di riferimento a livello globale per il menswear e il lifestyle contemporaneo, giunta alla 96esima edizione. L’evento moda si terrà alla Fortezza da Basso di Firenze da domani e fino a venerdì 14 giugno e vedrà presenti 1.220 marchi, di cui 549 esteri. Sarà una vera e propria fashion week, all’insegna del tema The Pitti Special Click.

E tra gli espositori ci sarà il fashion designer casertano Luca Lubello con il suo marchio Lubello. È una collezione di scarpe da uomo e da donna, a cui si aggiunge una collezione di orologi. Luca Lubello è un autentico talento di casa nostra e per lui il Pitti Immagine Uomo sarà una bella vetrina per far conoscere le sue creazioni in cui arte e moda convivono. Due passioni che si concentrato e fondono con armonia. Il brand Lubello prende ispirazionscarpe Lubelloe dall’architettura unica di Firenze, dalle geometrie delle sue basiliche, dai marmi delle facciate di Santa Maria Novella e San Miniato, elementi che vengono tradotti, grazie ad artigiani locali capaci di portare avanti una tradizione senza tempo, in tasselli che vanno a formare calzature uniche. La manifattura di eccellenza cui è fortemente legato rappresenta la componente fondamentale delle sue creazioni. Le sue parole: «Vivo a Firenze ma mi porto dentro anche le proporzioni vanvitelliane della Reggia di Caserta, mi porto dentro le storie nate sotto il vulcano, tra Napoli e i Campi Flegrei, mi specchio in quel golfo dove emergono come sirene Capri, Ischia, Procida. I miti della Magna Grecia arrivano fin dentro il Rinascimento fiorentino, raccontano, parlano, vivono. La monumentalità del Vesuvio è la stessa che Brunelleschi volle dare alla sua cupola, miracoli di equilibri consolidati. La Reggia vanvitelliana è un’altra esaltazione dello spazio, dell’antro, del guscio. La scarpa come custode e come scrigno del piede, che è radice, che è il punto di contatto con la terra, che è il legame con il suolo che si calpesta. Caserta e Firenze unite dalla maestosità architettonica come dalla progettazione delle calzature, per essere sempre al passo». Ondawebtv continuerà in questi giorni a seguire il fashion designer casertano e chissà che non ci riservi altre sorprese.

You might also like

Primo piano

Napoli capitale mondiale della moda per i 30 anni di Dolce & Gabbana

A Napoli, dal 7 al 10 luglio, il noto marchio Dolce & Gabbana festeggerà 30 anni di attività, la moda e il design. Durante il fine settimana arriveranno a Napoli grandi

Primo piano

Le donne, le grandi dimenticate. Ad Aversa si conclude il ciclo

Maria Beatrice Crisci – A Palazzo Cascella ad Aversa domani lunedì 11 dicembre il terzo incontro del ciclo dal titolo “Donne in armi nel Novecento e negli anni Duemila: da

Primo piano

Eventi ai siti borbonici Unesco, Caserta presenta i suoi gioielli

Claudio Sacco  – E’ per lunedì 5 agosto alle ore 11,30, presso il Teatro di Corte della Reggia di Caserta​, la presentato del programma della rassegna “Emozioni e suggestioni borboniche. Musiche, storie, giochi e

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply