Pronti per il competition day, i Nantiscia sono a Samarcanda

Pronti per il competition day, i Nantiscia sono a Samarcanda

Maria Beatrice Crisci

Decorazioni arabe- Martedì 29 sarà il grande giorno, il competition day. I Nantiscia sono già a Samarcanda, dove è iniziato Sharq Taronalari, ovvero Melodie d’Oriente, festival internazionale della musica etnica organizzato dal Governo dell’Uzbekistan col patrocinio dei propri Ministeri della Cultura e degli Affari Esteri e dell’UNESCO, cui partecipano gruppi musicali provenienti da cinquanta Paesi del mondo. L’Italia è rappresentata appunto dai Nantiscia, band tutta formata da casertani, anzi da leuciani, alcuni doc, altri adottati. Il loro, dunque, è stato proprio un percorso lungo la via della seta, anche se effettuatto in aereo da Fiumicino fino a Tashkent, la capitale dell’Uzbekistan. Qui si sono anche incontrati con l’ambasciatore italiano in Uzbekistan Andrea Bertozzi (nella foto di copertina), come già anticipato da OndaWebTv, e hanno visitato le bellezze di Tashkent, fra cui il Mausoleo di Tamerlano e le decorazioni incredibili delle geometrie Nantiscia in Uzbekistanarabe. La passeggiata lungo i viali alberati, le aiuole colorate (anche con il basilico verde e nero!) ha ancora una volta riempito di meraviglia il gruppo che si è anche imbattuto in un tipico matrimonio uzbeco annunciato da un considerevole numero di “suonatori” fra i quali quattro “fiati” rappresentati da lunghissime, assordanti e stentoree trombe.

A Samarcanda, poi, nell’attesa di misurarsi sul palco che conta, c’è stata una prima esibizione del gruppo in un auditorium all’aperto di un college, accolta con un’ovazione per una naturale affezione che c’è nel Paese asiatico per l’Italia. E la serata è finita a notte fonda. I gruppi delle varie nazioni si sono smembrati e si sono raccolti in modo casuale in varie zone dell’albergo e all’esterno, iniziando delle colorate, multietniche, interreligiose e interrazziali session. La musica è veramente il veicolo che meglio esprime il concetto di tolleranza e pace! Particolare la sfida fra la percussionista Valentino e il batterista Vertaldi contro agguerritissimi percussionisti turchi. Un onorevole 1 a 1 con stretta di mano finale ha dato il senso dello spirito di fraternità.

You might also like

Cultura

Var, basta la parola. Le nuove chiacchiere al Bar dello Sport

Gabriele Basile – Ah, le chiacchiere dei lunedì di una volta! Aggiungevano quel pizzico di sale in più alla giornata calcistica appena trascorsa, aprendo la strada alla pletora di programmi

Primo piano

Il classico fa spettacolo, le notti bianche dei liceali casertani

Claudio Sacco – Sarà una notte bianca quella che vivranno gli studenti dei licei classici di tutta Italia. L’iniziativa giunta alla quinta edizione è patrocinata dal Miur, il Ministero dell’Istruzione.

Primo piano

Teatro Nuovo, serata musicale con Flo in 4et live

Claudio Sacco – Venerdì 2 marzo alle ore 21 al Teatro Nuovo di Napoli protagonista sarà Flo in 4et live. E’ questo il terzo appuntamento de Il Nuovo Suona Giovane, rassegna

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply