Reggia di Caserta in dolce attesa, aspetta NapoliModaDesign

Reggia di Caserta in dolce attesa, aspetta NapoliModaDesign

Claudio Sacco

-Maurizio Martiniello La Reggia di Caserta, lussuosa testimonianza di un’architettura dal gusto intramontabile, si apre alle eccellenze dello stile contemporaneo. La nuova creatività nel campo della progettazione andrà a misurarsi con le meraviglie del barocco e del rococò ma anche con le anticipazioni neoclassiche di Luigi Vanvitelli.

AspettandoNapoliModaDesign” sarà la manifestazione che dal primo al 3 dicembre investirà la Reggia di Caserta con le nuove tendenze del gusto attuali, sotto la direzione artistica dell’architetto Maurizio Martiniello, ideatore e organizzatore della kermesse.

Programma Aspettando Napoli Moda DesignDurante la tre giorni il Palazzo Reale ospiterà quindi il progetto “AspettandoNapoliModaDesign”, evento itinerante, costola del progenitore partenopeo “NapoliModaDesign”, ovvero NMD, la rassegna che da quattro anni rappresenta uno degli appuntamenti più importanti nel settore del lusso, motivo di vanto per l’intero territorio campano.

Protagonisti saranno sempre le “luxuryideas” nel campo della moda e il design, ma per questa importante edizione, essendo la Reggia custode della magnifica collezione Terrae Motus, anche l’arte contemporanea contribuirà a creare un’ambientazione unica, senza precedenti, grazie alla collaborazione tra Campogrande Concept di Daniela e Stefano Campogrande e la Galleria Studio G7 di Ginevra Grigolo di Bologna. L’opening, con ingresso a invito, sarà sabato primo dicembre con il vernissage delle mostre nella Sala Romanelli e la visita delle installazioni e delle opere d’arte. A seguire la consegna dei premi NapoliModaDesign a eccellenze del mondo dello spettacolo, della cultura, della moda e del design.

Nei duGattinoni Couturee giorni successivi sfilate di moda e performance. Domenica 2 dicembre il Vestibolo superiore ospiterà il fashion show della Maison Gattinoni Haute Couture, nome di spicco nella moda internazionale. E Il trunk show di Italo Marseglia. Ancora, nello stesso giorno, le sfilate di Monnalisa, Isaia, Kilesa e Mario D’Anna. Lunedì 3 dicembre il fashion show dell’Atelier Signore. La tre giorni si concluderà poi nella Sala della Gloria con la cena di gala in beneficenza per Azione Sorriso Onlus con la chef stellata Rosanna Marziale. Ma non sarà solo Reggia, la rassegna “AspettandoNapoliModaDesign” a partire dal 4 dicembre e fino all’8 coinvolgerà anche il centro storico di Caserta con iniziative e appuntamenti che vedranno protagonisti gli ordini professionali degli Architetti e dei Giornalisti.

«Le iniziative che animano “NapoliModaDesign” – sottolinea il direttore artistico Maurizio Martiniello – nascono da un’attenta selezione delle proposte innovative dei talenti creativi, ma anche da un sistema organizzativo di azioni di marketing territoriale gestite con l’obiettivo di riunire e promuovere le attività commerciali del settore e raggiungere un pubblico eterogeneo costituito sia da addetti ai lavori sia da giornalisti e utenti finali. L’evento – aggiunge – mirerà a coinvolgere tutti coloro che credono nelle contaminazioni e nelle aggregazioni. Lo spazio borbonico che ospiterà la manifestazione verrà promosso all’interno della manifestazione, attraverso tutte le azioni di comunicazione programmate». E conclude: «La Reggia aprirà le porte alle ricerche più attuali nei settori della moda, del design e dell’arte, coinvolgendo i disegnatori, gli architetti, gli artisti, ma anche le più importanti aziende di design e di moda presenti sul territorio campano, ma ovviamente senza tralasciare importanti realtà nazionali e internazionali».

You might also like

Primo piano

Le Georgiche tornano ad Atella, reading di Pierluigi Tortora

(Claudio Sacco) – Un letterato magico e un imperatore si ritrovarono in quel di Atella. È noto infatti che l’imperatore Augusto, tornato dopo la vittoria di Azio, si trattenne ad

Primo piano

A Caserta arriva la fisarmonica di Pietro Adragna

(Luigi D’Ambra) – Pietro Adragna classe 1988, siciliano. Giovane fisarmonicista italiano, concertista a livello internazionale, nominato campione del mondo di fisarmonica nel 2009 e nel 2011. Ci sarà lui sul

Primo piano

Da Nicola Pedana l’infinito senso dell’arte di Vittorio Messina

(Maria Beatrice Crisci) – Rimarrà aperta fino al 22 maggio prossimo la mostra «In un certo senso infinito» di Vittorio Messina inaugurata il 25 marzo scorso presso la sede di

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply