Room Service. Felicori: “La Reggia, un monumento che vive”

Room Service. Felicori: “La Reggia, un monumento che vive”

Maria Beatrice Crisci

IMG_8339- “Non vogliamo che Terrae Motus resti da solo, ma che sia l’inizio di una politica artistica. Poi il nostro museo deve continuare a produrre bellezza. Andiamo avanti su questa linea del contemporaneo. Siamo stati forse fortunati. Ma questa mostra è molto bella”. Mauro Felicori, direttore della Reggia di Caserta, presenta così in conferenza stampa la mostra Room Service. La collettiva di street art, inaugurata nel pomeriggio, è curata da Pia Lauro. La mostra è realizzata con interventi site-specific dagli artisti internazionali HaloHalo, Lucamaleonte, Rero, Sbagliato, 2501 e del musicista Salvatore Prezioso, per proporre una riflessione sul confine tra ciò che viene percepito come Reale e l’autentica Realtà delle cose stesse.

Il titolo della mostra, “Room Service, ovvero servizio in camera, suggerisce – ha spiegato la curatrice – l’idea di un accesso privilegiato a spazi privati, la possibilità di svelare realtà tenute nascoste e riportarle a una dimensione pubblica. Una riflessione che nasce dal fascino di un ambiente museale fortemente caratterizzato dalla sua storia, che si fa luogo di indagine sul presente attraverso l’interpretazione degli artisti. Le stanze nelle quali è stata allestita la mostra sono infatti le retrostanze degli appartamenti storici del XVIII secolo, luoghi di passaggio, ma anche spazi nei quali sovrani, corte e servitù potevano vivere una quotidianità autentica, liberi dalle sovrastrutture e dalle convenzioni sociali”. L’esposizione rimarrà visibile fino al 15 ottobre.

You might also like

Primo piano

La Pasta Reggia perde per 82-87 con la Grissin Bon

(Enzo Battarra)                 La Pasta Reggia perde per 82-87 al PalaMaggiò con la Grissin Bon Reggio Emilia e pregiudica ulteriormente la sua già grave

Primo piano

Morsi e Rimorsi, ma anche percorsi. Buona la prima del menù!

(Enzo Battarra) – Un menù transitorio, di passaggio. Così lo ha definito lo staff di Morsi & Rimorsi, presentando in anteprima “i nuovi percorsi” a giornalisti, food blogger e fotografi

Spettacolo

Music City Hall Napoli 2017 esalta la tradizione musicale

(Mario Caldara) – Musica è tradizione, specialmente se il contesto è quello napoletano. Secoli di musica, di canzoni che sono diventate storia, tramandate di generazione in generazione, rappresentano una parte

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply