“Sentieri di memoria” a Caserta, appuntamento con la storia

“Sentieri di memoria” a Caserta, appuntamento con la storia

Marco Cutillo

luca gianfrancesco

Luca Gianfrancesco

– Nella vita ci sono cose facili da comprendere e cose meno facili. La storia appartiene alla seconda categoria. È confusa, torbida, a volte anche pretestuosa. Porta con sé, però, il dono della memoria; l’irrinunciabile privilegio della memoria, senza la quale sarebbe impossibile immaginare il futuro. Da questa premessa nasce “Sentieri di memoria”, la manifestazione culturale ideata da Bartolomeo Corbo e Pierluigi Tortora, anche direttore artistico. L’evento, arrivato al suo sesto anno, mira allo scopo di unire passato e presente attraverso un filo rosso. Saranno tre le giornate in programma, tutte ospitate nella chiesetta casertana di Santa Maria a Macerata, che si trova lungo la Strada Statale Appia in direzione Maddaloni. Giovedì 25 ottobre, alle ore 20,30 Giuseppe Corbo racconterà al pubblico quanto ci si è prodigati per dare nuovo lustro alla pieve. Seguirà “Quando eravamo piccoli”, spettacolo di Pierluigi Tortora. Venerdì 26 alle ore 20.30, in occasione del 75esimo anniversario della memoria delle stragi naziste a Caserta e in Terra di Lavoro, saranno chiamati a intervenire Felice Corvese, Giuseppe Angeloni e Giovanni Cerchia. I loro interventi saranno corroborati dalla presenza di alcuni testimoni e verranno, inoltre, proiettate alcune scene dal docufilm “Terra bruciata”, alla presenza del regista Luca Gianfrancesco.

L’ultima giornata porta con sé anche un cambiamento di focus. Come di consuetudine verrà assegnato il premio “Santa Maria a Macerata” a chi, nato nella nostra terra, si è particolarmente distinto in campo socio-culturale. Domenica 28, alle ore 18,30 saranno Gino ed Elisa Ferraro, istitutori della onlus “Fondazione Giuseppe Ferraro”, a ritirare tale riconoscimento. La manifestazione sarà chiusa da Gianni Lamagna e Gianluca Marino con l’esibizione “Del penar d’amore, nelle canzoni di Napoli”. Tuttavia, resta ancora del tempo per cenare in allegria. Chi lo vorrà, potrà prendere parte, su prenotazione, al banchetto “Alla tavola di donna Clizia”.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 5457 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista da otto anni e responsabile della comunicazione di associazioni sindacali e professionali (Ordine Commercialisti di Caserta, Cgil Fp Caserta, Banca di Credito Cooperativo di Casagiove, Tamarìn Business Center di Marcianise, Confimprese di Caserta). Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, quasi ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi, ma anche della carta stampata, come collaboratrice per la provincia di Caserta della testata economica Il Denaro. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte occupandomi non solo della comunicazione, ma anche dell'organizzazione di mostre e rassegne. E ancora, svolgo il ruolo di tutor per gli stagisti dell'Università che frequentano la redazione giornalistica dell'emittente TelePrima e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno

You might also like

Primo piano

Befana in corsia a Marcianise con il Lions Club Caserta

(Redazione) – Come ormai da molti anni, continuando una apprezzata tradizione che si realizza da molti anni, per esprimere la solidarietà i soci del Lions Club Caserta Terra di Lavoro

Primo piano

Toghe al voto. Lista Avvocati 4.0, ecco il programma

Maria Beatrice Crisci – L’unità della classe forense, il recupero del rapporto, con pari dignità e rispetto, sia con la magistratura che con gli uffici di cancelleria e amministrativi. E

Arte

L’artista Casanova presenta il suo Elmo di Fieramosca

“Il progetto Fieramosca info-point monument esplora una visione nuova dell’opera d’arte monumentale: il culto delnon-monumento, ossia la necessità non più di rappresentare la memoria o il mito attraverso un blocco

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply