Sfogliatella Express, tra i treni di Pietrarsa la notte si fa dolce

Sfogliatella Express, tra i treni di Pietrarsa la notte si fa dolce

Regina Della Torre

- E’ sicuramente uno dei simboli della pasticceria partenopea: la sfogliatella. Ebbene, sarà il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa il prossimo sabato 4 novembre a partire dalle ore 19 a ospitare “La notte bianca della sfogliatella”. È questa la manifestazione dolciaria e artistica – che si avvale del patrocinio morale della Regione Campania, del Comune di Napoli e del Comune di Portici – organizzata dall’APN (Associazione Pasticcieri Napoletani) in collaborazione con Fondazione FS Italiane.

Tra locomotive, vetture d’epoca, modellini di treni e lungo i viali del complesso museale, sarà possibile incontrare attori, figuranti in costume, musicisti, oppure assistere allo show cooking di un maestro pasticciere che, nel laboratorio allestito per l’occasione, mostrerà le fasi della realizzazione del dolce, accompagnandone la preparazione con racconti e aneddoti a tema. Gli organizzatori raccontano che “si punterà a incrementare la distribuzione dei prodotti dolciari della tradizione napoletana e campana, per diffonderne sempre più la conoscenza e al tempo stesso valorizzare il territorio in cui sono realizzati”.

You might also like

Editoriale

I riti settennali dell’Assunta a Guardia Sanframondi

Augusto Ferraiuolo – Ogni sette anni, e per sette giorni, Guardia Sanframondi diventa il centro dell’attenzione di antropologi, sociologi, studiosi della religiosità incuriositi per lo più dagli atteggiamenti devozionali che

Spettacolo

Caserta, la Compagnia della Città dà lezioni di teatro solidale

Claudio Sacco – L’appuntamento con la commedia Prova d’Attore è per oggi mercoledì 26 dicembre alle ore 19.30 presso la Parrocchia di San Clemente in San Clemente di Caserta.  Continua la tournée natalizia della Compagnia

Primo piano

Reggia, denuncia CGIL sull’applicazione del contratto ai lavoratori

Negli appalti di opere pubbliche del Mibact, ai lavoratori e alle lavoratrici, viene applicato un contratto difforme con quanto stabilito dal nuovo codice degli appalti. Per gli operatori del restauro,

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply