Spreco alimentare, il Rotary Club Caserta Reggia nelle scuole

Spreco alimentare, il Rotary Club Caserta Reggia nelle scuole

Claudio Sacco

- Il Rotary Club Caserta Reggia di cui è presidente Roberto Mannella ha presentato il progetto sullo spreco alimentare, ovvero il fenomeno della perdita di cibo ancora buono per essere consumato. L’iniziativa è stata ospitata presso il ristorante Massa di via Mazzini, scelto come sede sociale del sodalizio. Ben quattro le scuole casertane coinvolte nel progetto: la scuola Lorenzini quarto circolo didattico, l’istituConferenza Rotary Club 2to Salesiano, gli istituti comprensivi De Amicis – Da Vinci e Pietro Giannone. Si raggiunge così un totale di circa 1.500 alunni di quarta e quinta elementare, di prima e seconda media.

A relazionare sul progetto Roberto Mannella, presidente del Rotary Club Caserta Reggia: «È questo un evento distrettuale voluto dal Governatore. Il progetto nasce dalla constatazione che lo spreco alimentare è un problema diffuso, universale, con risvolti non solo economici ma anche sociali ed etici. Sprecare cibo significa sperperare o buttar via la natura, le tradizioni, il lavoro degli addetti al settore produttivo, insomma una parte importante della nostra cultura e del nostro essere».

Con Roberto Mannella la segretaria del club Daniela Castallo, presidente della commissione progetti, cui fanno parte Vincenzo Ciaravolo, Nicola Fiorillo, Filippo Morace e Italo Bernardo. È stata lei ad anticipare il calendario degli incontri: «La prima conferenza si terrà l’11 febbraio presso il Giannone e vedrà coinvolti circa 400 alunni e 40 docenti con la distribuzione di un manuale per un consumo responsabile. Quindi, il 21 marzo sarà la volta degli studenti dei Salesiani, una settimana dopo quelli della De Amicis. Infine, per la Lorenzini la data sarà fissata a breve». Presenti anche alcuni docenti degli istituti coinvolti. Per la Lorenzini, diretta da Angela Cuccaro, le docenti Donatella Tortora e Angela Maccariello. Per l’istituto Giannone, preside Maria Bianco, la referente del progetto Angela Nacchia

You might also like

Primo piano

Castel Campagnano, “Anime Borboniche” nel Castello Ducale

Maria Beatrice Crisci (ph Pino Attanasio) – “Tutto ciò che è questo territorio, Napoli e poi Caserta, mi ha sempre ispirato. Dalla musica al teatro e poi al cinema. Ho

Attualità

Caserta, all’avanguardia la Risonanza Magnetica dell’Ospedale

(Maria Beatrice Crisci) – “L’ospedale è il corpo sanitario, l’ospedale è il corpo amministrativo. Ma noi non abbiamo mai dimenticato, pur non essendo medici, i pazienti. È stato il nostro primo

Spettacolo

Nel giardino del PAT trova casa l’amore, a Via Sentimento n.19

Pietro Battarra – Il Pat, il Palazzo delle Arti e del Teatro, luogo storico al centro della città di Caserta, in corso Trieste, ospita la rassegna di spettacoli  promossi dalla

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply