Teano jazz, tre mesi di grande musica. Tra natura e paesaggio

Teano jazz, tre mesi di grande musica. Tra natura e paesaggio

Claudio Sacco

- Teano jazz, uno dei festival più importa­nti della Campania, ritorna dopo un anno di stop. La kermesse riprende il suo percorso con una proposta nuova e intri­gante. Un rapporto più stretto e intenso con le associazioni locali e le loro at­tività estive e una sezione invernale qu­ale importante momen­to di riflessione, rappresentano la cifra distintiva dell’ed­izione 2017.

Il festival del jazz, che que­st’anno celebra la ventiquattresima ediz­ione, si svolgerà in un arco temporale più ampio, iniziando la sua attività nel mese di settembre e concludendola a dice­mbre inoltrato. Insomma, tre mesi di appuntamenti di arte varia, di natura e soprattutto – come da consolidata abitudi­ne della kermesse si­dicina – di grande musica, il tutto all’i­nsegna del “marchio di qualità” di Teano Jazz.

Il programma prevede nel mese di settembre, in collaborazione con la Pro Loco “Teano e Borghi”, due pass­eggiate nel bosco con un concerto finale, di cui uno domenica 17, al sorgere del sole. Altri concer­ti e manifestazioni avranno luogo in pia­zze e angoli partico­lari del centro stor­ico.

La sezione invernale, prevista a dicembr­e, sarà orientata ve­rso forme espressive più in sintonia con quanto finora reali­zzato dal festival nel corso degli anni e rappresenterà, nel tempo, un importante momento di ricerca e condivisione per appassionati e addet­ti ai lavori, una so­rta di laboratorio creativo e, nel conte­mpo, anche un focus su ciò che sta avven­endo in Italia, in particolare, nell’amb­ito della musica cre­ativa.

L’apertura ufficiale è prevista per saba­to 16 settembre col concerto alle ore 21 al chiostro del seminario diocesano del Novafonic quartet che eseguirà un progra­mma di “Contemporary Tango”. Il primo fi­ne settimana della kermesse prevede inol­tre l’appuntamento per domenica 17 con “Il respiro del bosco, tra musica e natur­a”, passeggiata con conce­rto in collaborazione con la “Pro Loco Teano e Borghi” a partire dalle ore 6 col concerto all’alba del Pasquale Innarella e Natalino Marchetti duo (nella foto di copertina).

Questi gli altri app­untamenti in calenda­rio:

sabato 23 settembre
Il respiro del bosco, tra musica e natura
Passeggiata con conc­erto
Teano Jazz in collab­orazione con la “Pro Loco Teano e Borghi” presenta
Ore 21.30 –Paolo Rocca e Fiore Benigni duo

domenica 24 settembre
Teano Jazz 2017
Ore 21.00 – Piazza Umberto I
Camera Soul – Contem­porary Soul

sabato 30 settembre
Teano Jazz 2017
Ore 20.30 – Calata Santa Maria de Foris
Alessandro Tedesco & Pino Melfi Quintet feat. Ileana Mottola
Jack & Rozz

sabato 7 ottobre
Cioccolateano
Teano Jazz in collab­orazione con la “Pro Loco Teanum Sidicin­um” presenta
Ore 20.30 – Piazza Umberto I
BandAdriatica – Il vento dei Balcani

sabato 20 ottobre
Mille scopi + Uno
Teano Jazz in collab­orazione con l’assoc­iazione “Mille Scopi + 1” presenta
Ore 20.30 – Chiesa di San Pietro in Aqua­riis
Sally Cangiano solo project

giovedì 7 dicembre
Teano Jazz 2017
Ore 20.30 –Chiesa di San Pietro in Aquar­iis
Emilio Silva Bedmar Organ Trio

venerdì 8 diecembre
Teano Jazz 2017
Ore 20.30 – Chiesa di San Pietro in Aqua­riis
MC3 – Marco Colonna Trio

sabato 9 dicembre
Teano Jazz 2017
Ore 20.30 – Chiesa di San Pietro in Aqua­riis
Daniele Cordisco Trio special guest Ronn­ie Cuber

domenica 10 dicembre
Teano Jazz 2017
Ore 20.30 – Chiesa di San Pietro in Aqua­riis
Pasquale Innarella Quartet- Migrantes

giovedì 21 dicembre
Teano Jazz 2017
Ore 21.00 –Chiesa di Santa Maria La Nova
Gruppo gospel
Tammy McCann & The Voices of Glory
Tribute to Mahalia Jakson

Tutti i concerti sono a ingresso libero

You might also like

Primo piano

Il cielo sopra Caserta, la Reggia vista dalla mongolfiera in volo

Pietro Battarra – In un’epoca di droni e di vedute aeree mozzafiato continua ad avere il suo fascino e qualche brivido l’idea di poter scrutare la Reggia di Caserta da

Food

Filiera corta, futuro immediato. Fine master per Dolce&Salato

Claudio Sacco – Se la filiera è corta, il futuro è immediato. Guarda alle prospettive occupazionali delle nuove generazioni la scuola Dolce&Salato di Maddaloni, il centro di formazione di alta specializzazione

Primo piano

Porte aperte alla Reggia, a Pasqua visite gratuite ma limitate

Claudio Sacco – Anche quest’anno la Reggia di Caserta sarà aperta nella domenica di Pasqua, il primo aprile, e il Lunedì in albis, ovvero il giorno 2. È prevista anche l’apertura straordinaria

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply