Teatro d’agosto a Caserta? “Scavalca montagne” per arrivare

Teatro d’agosto a Caserta? “Scavalca montagne” per arrivare

Claudio Sacco

- Ad agosto il teatro fa tappa nelle frazioni casertane. Ha questo obiettivo “Scavalcamontagne”, l’iniziativa promossa dal Comune di Caserta e in particolare dal sindaco di Caserta, Carlo Marino e dall’assessore agli Eventi, Emiliano Casale. L’iniziativa è realizzata dalla “Compagnia della Città & Fabbrica Wojtyla”, il teatro stabile d’innovazione della città di Caserta diretto da Patrizio Ranieri Ciu nell’ambito del progetto “Tradizione & Traduzione”. Il tour teatrale prevede il coinvolgimento, dal 18 agosto al 1 settembre, di tutte le frazioni casertane, mettendo in scena la commedia “Prova d’Attore”, che è stata proposta nei mesi scorsi a Bruxelles dalla Compagnia della Città. Questo il calendario degli spettacoli in programma: Rione Tescione (18 agosto), Puccianiello (19 agosto), San Clemente (22 agosto), Parco degli Aranci (23 agosto), Parco Cerasola (24 agosto), San Benedetto (26 agosto), Briano (28 agosto), Casola (30 agosto), Tuoro (31 agosto), Casolla (1 settembre).

“Prova d’Attore” è una commedia fresca, leggera, fatta per ridere insieme e racconta dell’incontro tra due vagabondi molto particolari, un eccentrico manager, un vecchio grande attore pieno di acciacchi, un’astuta imprenditrice ed una inquietante domestica, tutti impegnati nella realizzazione di un dramma storico dell’antica Roma. Una commedia in cui abbondano gli equivoci e il divertimento, con un finale profondo e ricco di colpi di scena. “Scavalcamontagne”, invece, è quell’appellativo che veniva riservato agli attori che incontravano la gente e raccontavano le loro storie nei luoghi più insoliti quali i sagrati delle chiese, le piazze dei paesi o le campagne all’ingresso dei villaggi.

“Abbiamo voluto portare uno spettacolo gradevole e leggero – ha spiegato il sindaco di Caserta, Carlo Marino – nelle nostre frazioni, per offrire una possibilità di svago anche a chi è rimasto in città durante questa calda estate. L’aspetto più interessante di questo progetto è il fatto che noi portiamo l’arte del teatro nelle frazioni, consentendo a tutti di poter fruire di uno spettacolo di livello, che anima anche i luoghi che custodiscono la storia più profonda ed importante della nostra città”.

“Realizzare iniziative culturali – ha aggiunto l’assessore agli Eventi, Emiliano Casale – non vuol dire valorizzare solo il centro storico e le zone della città maggiormente frequentate sotto il profilo turistico, ma anche le frazioni che, con la loro vitalità e la loro storia, rappresentano il cuore di Caserta. Questa iniziativa del teatro di strada, unitamente al Settembre al Borgo, che quest’anno prevede il coinvolgimento di tutte le località collinari, costituisce un importante esempio di centralità delle frazioni, che per noi sono luoghi di rilevanza assoluta nello sviluppo della città”.

 

You might also like

Attualità

E’ il giorno di Sant’Anna. E’ qui la festa, nella Caserta più antica

(Enzo Battarra) – Caserta ha la sua santa patrona. È Sant’Anna e oggi 26 luglio è la sua festa. Anzi, è anche quella di San Gioacchino, ma chi lo ricorda?

Primo piano

Ecco le Regie Cavallerizze. Entra sua maestà la mozzarella

Quattordici membri della Commissione Anticontraffazione partecipano alla missione casertana su tracciabilità e sistemi di controllo nella filiera bufalina. Un record di presenze che testimonia la grande attenzione al comparto della

Attualità

Caserta, una mongolfiera nel Parco della Reggia. Volere volare

Enzo Battarra – “Ah non temer Lunardi, all’alta sfera / Rapidissimamente a vol ne andrai, / Arride al tuo cammin, Chi giusto impera / Sul bel Sebeto, ove altre palme

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply