Tre Farine apre ad Aversa, la nuova sfida dei fratelli Ferraro

Tre Farine apre ad Aversa, la nuova sfida dei fratelli Ferraro

Claudio Sacco

- A Caserta negli ultimi anni è divenuto uno dei punti di riferimento per la cucina e si contraddistingue per la lavorazione delle migliori materie prime che il territorio offre stagione per stagione, piatti semplici senza fronzoli in cui emerge la qualità degli ingredienti. Parliamo del prestigioso ristorante-cafè «Tre Farine», ubicato nel palazzo storico di via Battisti a Caserta che raddoppia ad Aversa. Infatti,  domani sabato 15 dicembre, aprirà i battenti in una location moderna che può ospitare 250 persone tra interno ed esterno.TRE FARINE, AVERSA

La proposta gastronomica e la Reale carta dei vini della Vigna del Ventaglio saranno protagonisti anche nel locale di Aversa curato dall’architetto Paolo Perilli. Una nuova sfida nella città normanna che Nicola ed Ivan Ferraro hanno deciso di intraprendere con uno dei più noti agenti della provincia Dante Piccolo, un figlio d’arte che rappresenta le più famose aziende del mondo Food & Beverage, tra cui il gruppo Illy, presente nei locali dei fratelli Ferraro.

La vera sfida, dunque, è stata quella di dover realizzare il nuovo locale in un contesto molto diverso senza, tuttavia, stravolgere l’identità forte che caratterizza il «Tre Farine» casertano che qualche mese fa ha appena compiuto tre anni di attività.

You might also like

Food

Urban District. Pasquetta a Coroglio tra food, musica e moda

Dall’unione delle principali attività ristorative della città di Napoli nasce l’evento “Urban District”, che si terrà il giorno di Pasquetta lunedì 17 Aprile dalle 12 alle 24 presso il “Club

Primo piano

Cracking Art alla Reggia. L’articolo sulla rivista AD

(Enzo Battarra) – La rivista è di quelle veramente prestigiose. Con il titolo “Cracking Art invade la Reggia di Caserta” il periodico AD, ovvero “Architectural Digest. Le più belle case

Attualità

Carditello day, una grande festa per il rilancio del sito

(Redazione) – “Oggi è una giornata per mostrare cosa potrà essere Carditello in futuro. Vanno completati i restauri che sono già in parte avviati, le risorse ci sono, c’è una

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply