Troppi diritti, per Alessandro Barbano la democrazia è malata

Troppi diritti, per Alessandro Barbano la democrazia è malata

Maria Beatrice Crisci

IMG_0442- “Io credo che in questi anni abbiamo azzerato la valenza simbolica della democrazia italiana e non solo. Questo libro nasce per ridare alla democrazia il prestigio che merita. Non solo rispetto alla funzione, ma anche al valore simbolico”. Così Alessandro Barbano a Caserta per presentare il suo libro Troppi diritti. L’Italia tradita dalla libertà, edito da Mondadori.

L’appuntamento si è tenuto nella sede di Confindustria. Con l’autore anche Giovanni Cerchia, docente di Teoria e Storia dei sistemi politici comparati all’Università del Molise, e Raffaello Magi, magistrato della Corte Suprema di Cassazione. All’interno del libro “Troppi diritti. L’Italia tradita dalla libertà” (edito da Mondadori), Barbano, giornalista, saggista e docente, direttore del quotidiano Il Mattino, parla del declino italiano, collegandolo al virus dominante dei diritti, una sorta di deriva da ipertrofia dei diritti che ha infiltrato il discorso pubblico e bloccato ogni tentativo della politica e della società di riscattarsi.

Gianni Cerchia ha sottolineato: “Sono convinto che siamo davanti ad uno snodo fondamentale della nostra vicenda politico-istituzionale. Ciò che è accaduto negli ultimi tempi è figlio di un processo di lungo periodo, complesso, che ha cambiato l’idea stessa del rapporto tra la società, le istituzioni e la qualità della politica”. Per il giudice Magi poi: “Il libro del direttore Barbano è un manifesto contro l’individualismo, l’affermazione di se stessi e delle proprie necessità, idee e visione del mondo senza alcuna forma di mediazione sia politica che culturale”. A fare gli onori di casa il presidente di Confindustria Gianluigi Traettino. A moderare l’incontro la giornalista Nadia Verdile.

You might also like

Primo piano

Fuori classe in biblioteca. Il Soroptimist Caserta per la cultura

Claudio Sacco – Continua l’impegno del Soroptimist International Club di Caserta nella valorizzazione del territorio. Nell’ambito del progetto nazionale “Fuori classe in biblioteca”, lo scorso 25 maggio, il sodalizio casertano,

Primo piano

Gli Amici della Reggia per la rinascita di Palazzo Reale

(Beatrice Crisci)   Al via stamattina i lavori di qualificazione dell’ingresso alla Reggia di Caserta di corso Giannone. Lavori questi promossi dagli Amici della Reggia. L’iniziativa è stata illustrata alla stampa

Primo piano

Laura Morante, una “locandiera” nel Salotto a Teatro

(Claudio Sacco) – Sabato 14 gennaio alle ore 18,30 la “locandiera” Laura Morante dà appuntamento ai suoi fan e a tutti gli appassionati del mondo dello spettacolo nel Comunale di Caserta per

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply