Università Vanvitelli. Il garante dei detenuti a giurisprudenza

Università Vanvitelli. Il garante dei detenuti a giurisprudenza

Pietro Battarra

- “Da un paio di anni tra i compiti che il Ministero impone all’Università è la cosiddetta Terza Missione. Cioè oltre alla normale attività didattica, c’è la internazionalizzazione e poi la realizzazione di attività con soggetti che agiscono sul territorio. E in questo caso, gli istituti penitenziari sono delle istituzioni molto significative con cui collaborare”. Così il direttore del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università Luigi Vanvitelli Lorenzo Chieffi nel presentare la convezione stipulata con il garante delle persone sottoposte a misure restrittive Samuele Ciambriello.  «Ho accettato – ha detto Ciambriello – con piacere IMG_8504 2l’invito del professor Chieffi. Gli studenti di questo dipartimento, quelli del quinto anno, avranno la possibilità di fare tirocinio presso alcuni istituti penitenziari o presso l’ufficio del garante. Ma con questi studenti abbiamo iniziato un cammino umano mettendo in campo un’esperienza che abbiamo chiamato Diamo un calcio all’indifferenza». Nell’occasione sono stati presentati anche i progetti “Diamo un calcio all’indifferenza” e “Vieni e Vedi”.

Con Ciambriello e Chieffi, anche Mariano Menna ordinario di Diritto processuale penale, Marco Puglia magistrato di sorveglianza del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere e Mena Minafra referente della convenzione e dei progetti.
“La cosa bella – ha continuato Ciambriello – è che in molti di questi giovani è nato il desiderio di partecipare all’attività di volontariato e servizio civico nelle carceri. Infatti, con alcuni di loro stiamo mettendo in atto un progetto dentro il carcere di Santa Maria Capua Vetere per far comprendere loro le luci e le tante ombre che ci sono negli istituti penitenziari”.
Il magistrato di sorveglianza Puglia, nel suo intervento, ha ricordato il progetto che ha visto insieme per la prima volta magistratura, detenuti ed operatori penitenziari nella realizzazione di uno spettacolo dal titolo Epoche (sospesi). La rappresentazione sarà riproposta sabato 29 settembre nell’ambito di una iniziativa sulla legalità a Santa Maria a Vico.

You might also like

Arte

Arte, al Mac3 di Caserta c’è un Mimmo Vastano “senza core”

Luigi D’Ambra – È il Mac3, il Museo di Arte Contemporanea della Città di Caserta. È il luogo deputato all’arte e ha una importante collezione di opere dei maggiori artisti del territorio.Oggi giovedì

Primo piano

Caserta, per i giovani Villa Giaquinto è Libera. C’è don Ciotti

Maria Beatrice Crisci –  Il presidente di Libera don Luigi Ciotti a Caserta nella seconda giornata della prima Festa provinciale dei giovani in corso da venerdì 29 settembre a villetta Giaquinto,

Primo piano

Natale Insieme all’Ospedale di Caserta. E’ festa per i bambini

Claudio Sacco -E’ dedica ai piccoli degenti del reparto pediatrico, ai bambini e ai ricoverati in generale, portando entusiasmo e simpatia la manifestazione “Natale Insieme” organizzata dall’Azienda Ospedaliera di Caserta “Sant’Anna

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply