Vigilia a tavola, baccalà e capitone: accoppiata vincente

Vigilia a tavola, baccalà e capitone: accoppiata vincente

Marcellino Monda*

- Ci apprestiamo a preparare il cenone della vigilia di Natale ed il pensiero già ci fa pregustare le soddisfazioni del palato, anche se fa capolino la preoccupazione per gli eventuali danni alla salute. Non c’è problema: molte pietanze sono salutari e quelle a base di pesce sono sicuramente tra queste. Tutti i tipi di pesce rientrano nella sana alimentazione, una delle due “Colonne del Benessere”, essendo l’altra rappresentata dall’adeguata attività fisica. Ebbene, il baccalà (poco calorico e ricco di proteine nobili) ed il capitone (più calorico, ma ricco di lipidi benefici: gli omega3) possono essere un’accoppiata vincente, anche se fossero fritti. baccalàUna frittura a regola d’arte, con olio extravergine d’oliva o con olio di arachidi sempre freschi ed utilizzati per una sola volta, è senz’altro permessa con cadenza quindicinale. Godiamoci in tranquillità la nostra gustosa frittura di pesce (150 grammi di baccalà e 70 grammi di capitone), tanto poi potremo recuperare il 27 ed il 28 dicembre, mangiando solo verdura e frutta. Buon cenone a Tutti!!

*ordinario di Fisiologia e direttore del reparto di Dietetica e Medicina dello Sport dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”. Presidente del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia.

You might also like

Cultura

Malot il figlio indipendente di Balzac alla Parthenope

(Antonella Guarino) – Mercoledì 22 marzo alle ore 10 presso la sede di palazzo Pacanowski dell’Università Parthenope, aula 2.5, avrà luogo la giornata internazionale “Hector Malot au carrefour des cultures”.

Spettacolo

Per chi suona il Campanello, un Donizetti “speziale” all’Aperia

Maria Beatrice Crisci (ph Pino Attanasio) – All’Aperia continua la rassegna Un’Estate da Re e atmosfera ancora più magica con Il Campanello dello Speziale, il melodramma giocoso di Gaetano Donizetti ambientato dal regista Riccardo Canessa nella

Primo piano

Napoli come casa accogliente, orgoglio senza pregiudizio

(Mario Caldara) – Orgoglio senza pregiudizio. Si porgono le dovute scuse a Jane Austen per questa sfacciata deformazione che rievoca il suo “monumento” scritto, ma, a volte, bisogna guardare al

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply