«3ª Pagina», Daniela De Rosa riscrive l’epica storia di Capua

«3ª Pagina», Daniela De Rosa riscrive l’epica storia di Capua

Pietro Battarra

– Recente è la pubblicazione dell’ultimo libro «3ª Pagina» di Daniela De Rosa. Si tratta di una vera e propria raccolta di brevi saggi dedicati alla storia e ai monumenti più significativi della città di Capua, scritti dall’autrice, nell’arco di un decennio, sulla terza pagina della locale rivista Block Notes. Sono ben settanta gli articoli scelti e inseriti nel volume, suddivisi in tre sezioni: Dall’altera Roma alla Capua longobarda, la città medievale e la sua eredità classica; Capua Sacra, tra Arte, Fede e Tradizioni; Capua Moderna e Contemporanea, fatti e testimonianze storico-artistiche della Clavis Regnii.

Daniela De Rosa

Nel suo insieme, il libro è da considerarsi come una sorta di insolita guida turistica della cittadina capuana, poiché attraverso la sua lettura si viene a conoscenza di una serie di fatti e di episodi storici e artistici singolari nel loro genere e inediti. L’obiettivo dell’autrice è stato quello di mettere in evidenza la microstoria del proprio territorio per poi inserirla in contesti storiografici di ampio respiro, accentuando l’aspetto della centralità italiana ed europea che l’antica Clavis Regni ha avuto nel corso dei secoli. Al riguardo, Daniela De Rosa ha voluto sottolineare l’importanza di questo suo lavoro dichiarando che “è il frutto di una serie di ricerche archivistiche compiute nel corso degli anni e di studi approfonditi sulla già esistente e copiosa bibliografia capuana, in modo da lasciare una traccia scritta sul ricco patrimonio culturale della città”.

L’autrice, non nuova a questo tipo di pubblicazioni, è docente di lettere presso il locale Liceo Statale “Salvatore Pizzi”. Per diversi anni si è occupata di beni culturali e di didattica museale presso la Reggia di Caserta, svolgendo, in maniera contestuale, anche l’attività di giornalista pubblicista. Proprio per i suoi meriti culturali, lo scorso anno è stata insignita dall’amministrazione capuana del prestigioso premio Sant’Agata, onorificenza che viene riconosciuta, ogni anno, ai cittadini che maggiormente si sono distinti in qualche attività di ricerca scientifica o di promozione culturale al fine di portare il nome della città di Capua in tutto il mondo.

About author

Pietro Battarra
Pietro Battarra 84 posts

Pietro Battarra, giornalista pubblicista. Iscritto a Scienze delle Comunicazioni Università Suor Orsola Benincasa Napoli, si interessa in particolare di cultura e fenomeni sociali. La sua passione sono la moda e il fitness. Ha iniziato giovanissimo a sfilare per marchi come Dolce&Gabbana, Trussardi, Hogan, Roberto Cavalli, Alcott, MSGM, Minimal ed è stato protagonista di shooting fotografici e cataloghi per importanti campagne pubblicitarie. Dall’esperienza a New York a quella in Cina, nei suoi progetti c’è quello di occuparsi di marketing e comunicazione.

You might also like

Pet

Liberi dal dolore, il benessere animale passa anche da questo

Simone Lino * – Pronti nuovamente ad analizzare quelle che vengono definite le cinque libertà fondamentali del benessere animale, e che tutti i proprietari di animali dovrebbero conoscere a memoria. Una

Cultura

Miriam Mafai, nel libro di Lidia Luberto il suo ritratto di donna

Regina Della Torre – “Era un mio vecchio mito Miriam Mafai e l’ho voluta ritrarre con tutto il suo rigore professionale ma anche con i suoi sensi di colpa. Lei

Food

Bocconi, 8 marzo da Pane e Acqua crostata di pera scomposta

Maria Beatrice Crisci – La crostata di pera scomposta è il dolce che per l’8 marzo, la Giornata Internazionale della Donna propone lo chef Stefano Tarallo del bistrot Pane e Acqua.

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply