A Casal di Principe il primo asilo nido pubblico su un bene confiscato

A Casal di Principe il primo asilo nido pubblico su un bene confiscato

Un altro sogno si avvera. Il 16 giugno, alle 16.00, in via Bologna, 33, Agrorinasce e il Comune di Casal di Principe inaugureranno “Il Sogno”, il primo asilo nido pubblico che sorge nei sei Comuni soci del consorzio Agrorinasce, peraltro su un bene confiscato: l’ex villa-bunker di Francesco “Cicciariello” Schiavone, cugino del più noto Francesco “Sandokan”. L’asilo, che potrà ospitare fino a 20 neonati, sarà gestito dalla cooperativa sociale “Eva Onlus”, presieduta da Daniela Santarpia. Il rito della benedizione sarà officiato dal vescovo di Aversa, Angelo Spinillo, e alla cerimonia del taglio del nastro saranno presenti, tra gli altri, Georges Dassis, presidente del “Cese” (Comitato economico e sociale europeo); Marco Del Gaudio della Direzione nazionale antimafia; Renato Natale, sindaco della città; Giovanni Allucci, amministratore delegato del consorzio; Elisabetta Garzo, presidente facente funzione del Tribunale Santa Maria Capua Vetere; ed Ernesto Di Mattia, dirigente responsabile dell’ambito di zona con capofila il Comune di Lusciano. «La riconversione a uso sociale del bene – rivela Allucci – è stata finanziata dalla Regione Campania con 350mila euro ottenuti dall’Europa attraverso il Por Ob. Conv. 2007-2013. I lavori di ristrutturazione, come, del resto, è già accaduto per altri immobile, sono stati lunghi e complessi, perché si è trattato di trasformare una villa abusiva di un privato in un asilo nido pubblico, la cui regolamentazione edilizia è molto severa». «La giornata del 16 giugno – commenta il sindaco Natale – per Casal di Principe è motivo di orgoglio. Innanzitutto, perché apriremo il primo asilo nido pubblico del comprensorio, che, come tale, andrà a incrementare l’offerta dei servizi sociali rivolti ai genitori che lavorano e non hanno un intorno familiare cui affidare i figli. Ma anche perché ospiteremo Dassis, a capo di una delle più importanti istituzioni dell’Unione Europea. Il presidente arriverà in Italia invitato da Casal di Principe a testimoniare che la nostra realtà è ormai assurta a modello nazionale ed europeo nella gestione dei beni confiscati». «L’asilo – aggiunge e conclude Di Mattia – consentirà agli enti dell’ambito di zona di partecipare a progetti e di intercettare altri fondi dedicati, per intensificare le misure a supporto della famiglia e, in particolare, delle donne in cerca di occupazione».

Fonte: comunicato stampa

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7156 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Spettacolo

Civico 14, borse di studio per tre giovani allievi dall’Artec

Maria Beatrice Crisci -Davide Pandalone, Chiara Vitrone e Francesca Paola di Vittorio sono i giovanissimi allievi casertani di Mutamenti / Teatro Civico 14 cui sono andate le borse di studio

Arte

Luca Sorbo incontra Cesare Accetta, il signore della luce

(Enzo Battarra) – “Cesare Accetta è la memoria storica di tutto il percorso dell’avanguardia teatrale e cinematografica napoletana, ha vissuto tutte le fasi ed è stato ed è un protagonista.

Comunicati

A Caserta si cambia, nuove regole per la raccolta differenziata

“Una nuova raccolta differenziata che aggiorna e migliora quanto fatto negli anni scorsi con l’obiettivo di dare ulteriore slancio ad un servizio fondamentale per la città. L’obiettivo è incrementare sempre più la

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply