A Caserta le gioie che fanno moda, cocktail event al NidaBar

A Caserta le gioie che fanno moda, cocktail event al NidaBar

Maria Beatrice Crisci

– Il bello della moda incontra il bello dei gioielli. L‘appuntamento è per giovedì 8 febbraio alle ore 18,30. In perfetto stile loft milanese con terrazza panoramica sulla favolosa Reggia di Caserta, l’elegante location del NidaBar di via Mazzini, nel pieno centro storico, presenta i gioielli della linea Adolfo Courrier per un glamour party davvero intrigante. Padroni di casa saranno Sandra e Marco D’Alessandro.nida

“È un incontro molto informale – spiega Sandra – che mi piace condividere con le nostre clienti. Un’occasione per stare insieme, fare due chiacchiere e sorseggiare un aperitivo. Il bello per il bello”. Ad anticipare i contenuti dell’esposizione è Alessandra Zanchetta, che insieme con Adolfo Courrier ha dato vita nel 2002 a Valenza, provincia di Alessandria, a un marchio di gioielli che sono contemporaneamente design, immagine e personalità. Vere opere d’arte da vivere e da desiderare. Oro, pietre preziose e smalti dai colori più accattivanti. Pezzi limited edition, le diverse collezioni sono una testimonianza di un look colto, raffinato e allo stesso tempo sensuale, ognuna con la propria storia da raccontare. Oggetti belli da vedere e da indossare.

nidabar“Per noi il gioiello – sostiene Alessandra Zanchetta – non è quello tradizionale, ma qualcosa di innovativo che unisce design e architettura, che deve divertire e che deve essere anche un gioco. Infatti, il gioco nasce dalla collezione che si chiama Pop che si ispira all’artista Andy Warhol. Da qui l’idea di fare i diversi abbinamenti, le fedine riprese in più di 40 colori e interpretate in modo diverso. Fino ad arrivare all’ultima serie, Styloso, che richiama la natura con linee assolute”.

Con San Valentino che bussa alla porta, sarà un vero colpo di fulmine la conoscenza di questo brand. Tutti gioielli da maneggiare con cura, perché ogni “gioia” trasmetterà un carico di “gioia”.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7643 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Spettacolo 0 Comments

Musica nelle corti. Marcello Colasurdo & Paranza a Sommana

Pietro Battarra – E’ certo un altro appuntamento del Settembre al Borgo targato Enzo Avitabile da non perdere quello di stasera nel Palazzo Alois di Sommana. E’ qui che alle

Primo piano 0 Comments

Le novità del Processo Tributario Telematico. C’è il seminario

Maria Beatrice Crisci – “Il processo Tributario Telematico”. Sarà questo il tema del seminario organizzato per domani mercoledì 23 maggio dall’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Caserta in

Primo piano 0 Comments

Un’Estate da Re low cost. Maffei: Biglietti scontati alla Reggia

Maria Beatrice Crisci – ph Pino Attanasio  – «La Reggia deve essere una porta di accesso al territorio per questo stiamo pensando, in occasione degli eventi, ad un biglietto di 48 ore,

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply