Antonio Biasiucci, un fotografo casertano a Palazzo Barberini

Antonio Biasiucci, un fotografo casertano a Palazzo Barberini

Maria Beatrice Crisci

-Il noto fotografo casertano Antonio Biasiucci (Dragoni, 1961), presente alla Biennale di Venezia del 2015, espone da mercoledì 24 febbraio a Palazzo Barberini a Roma nella collettiva “Italia in-attesa”. Presenterà gli scatti effettuati nei boschi intorno a Dragoni, dove ha fotografato ceppi di alberi tagliati. Antonio Biasiucci è docente di fotografia come linguaggio artistico presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli. Inoltre, Biasiucci può vantare tante esposizioni internazionali, molte sue opere fanno parte della collezione permanente di musei e istituzioni, in Italia e all’estero, e nel 2015 ha partecipato alla Biennale di Venezia.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7131 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Salute

Il piacere prima del dovere, il “Ben-Essere” è all’Esagono

“Prima il piacere e poi il dovere”. Questo è il leitmotiv della serata organizzata come da tradizione per fine anno in una location d’eccezione qual è il Concept Store Esagono

Attualità

Teanum Sidicinum. Cesaro: Accordo per il teatro romano

«Voglio esprimere piena soddisfazione per la firma di un accordo che è esempio di collaborazione virtuosa fra istituzioni». Così il sottosegretario ai Beni Culturali e al Turismo, Antimo Cesaro, al

Primo piano

Il dilemma è susamiello o roccocò, il sapore della Napoli greca

Luigi Fusco – Altro che panettoni e pandori! L’enogastronomia campana tiene fede alle tradizioni locali e pertanto anche quest’anno, nonostante le ristrettezze anti-covid, non mancheranno sulle tavole nostrane guantiere ricolme

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply