Arma Azzurra. I primi cento anni celebrati con l’Open day

Arma Azzurra. I primi cento anni celebrati con l’Open day

Redazione

-Grandissima partecipazione per l’Open Day organizzato dalla Scuola Specialisti dell’A.M. per celebrare i primi Cento Anni dell’Aeronautica Militare. Presenti il Prefetto, del Sindaco, della delegata del Presidente della Provincia di Caserta e delle autorità militari locali. Un’occasione unica per fornire l’opportunità, ai tantissimi giovani studenti che intendono intraprendere la carriera militare in Aeronautica Militare, di conoscere dal vivo uno degli Istituti di formazione più prestigiosi della Forza Armata.

I visitatori oggi, oltre alla visita alle infrastrutture, hanno avuto la possibilità di incontrare i giovani frequentatori dei corsi, di porgere loro domande sul percorso di studio e sulle prospettive future di impiego in Aeronautica Militare. Nel tour nella Scuola Specialisti hanno riscosso particolare successo, il simulatore di volo TECNAM-2006, l’elicottero HH-101 del 9° Stormo in mostra statica, con il fascino del racconto del suo impiego operativo da parte degli Operatori di Bordo presenti, e una mostra di aeromodellismo.

Questa giornata di commemorazione della storia e delle tradizioni aeronautiche, di celebrazione del presente, ma soprattutto di ispirazione per le nuove generazioni, è stata ulteriormente impreziosita da una mostra fotografica allestita per ripercorrere gli anni di storia della Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare ed il rapporto di quest’ultima con la città di Caserta che risale al lontano 1926, solo tre anni dopo la nascita dell’Arma Azzurra come Forza Armata autonoma, da un percorso culturale tra le opere del maestro futurista Ilio Giannaccini, dall’esposizione “Il Volo nel futuro”, Rassegna di Arte Contemporanea dell’Artista Claudia Mazzitelli, da altre esposizioni della Sezione di Caserta dell’Associazione Arma Aeronautica – Aviatori d’Italia, tra cui uno Stand con “mock up” e una linea volo di Aeromodelli, dei Radioamatori, degli speleologi, della Croce Rossa Italiana e della Protezione Civile. Il personale dell’Aeronautica Militare ha guidato gli ospiti arricchendo la visita con curiosità di carattere aeronautico.

Per dare maggiore lustro alla ricorrenza è stato, inoltre, predisposto, in collaborazione con Poste Italiane, uno speciale annullo postale filatelico del Centenario AM e infine, in coerenza con i valori che da un secolo ispirano l’Aeronautica Militare, tutti gli eventi organizzati per il Centenario dell’Aeronautica Militare saranno nel segno della solidarietà: “Un dono dal cielo per AIRC” è infatti l’iniziativa di beneficenza, promossa in collaborazione con l’Associazione Arma Aeronautica, che accompagnerà per tutto il 2023 le attività legate alle celebrazioni del centenario della costituzione della Forza Armata.

La Scuola Specialisti dell’A.M. è un Istituto di istruzione per le attività di formazione basica iniziale, formazione tecnica specialistica, addestramento, aggiornamento, specializzazione, qualificazione e riconversione del personale dell’Aeronautica Militare, delle Altre Forze Armate, Corpi Armati e non dello Stato, nonché di personale di Forze Armate estere, e dipende gerarchicamente dal Comando Scuole A.M./3^ Regione Aerea di Bari.

Comunicato stampa

About author

You might also like

Cultura

L’appello di Francesco de Core, occorre più cultura nei giornali

Maria Beatrice Crisci – “Il giornalismo deve aprirsi ai nuovi mondi e deve contaminarsi. I giornalisti devono aumentare la qualità della loro scrittura, così come i collaboratori, siano scrittori, filosofi o

Primo piano

Piccolo Cts Caserta. Omaggio a Erri de Luca, in scena Angelo Callipo

(Comunicato stampa) -Primo appuntamento con la nuova stagione teatrale del Piccolo Teatro Cts di Caserta, con lo spettacolo scritto diretto ed interpretato da Angelo Callipo dal titolo Tutte Le Donne

Primo piano

La Mansarda, dall’Artec borse di studio a tre giovani talenti

-Grazie alla lodevole iniziativa dell’Artec Campania (Associazione Regionale  Teatrale della Campania), presieduta da Lello Serao, che ha promosso la borsa di studio “Emanuele Capissi “dedicata al giovane danzatore scomparso prematuramente lo