Arte e vino a Pontelatone, ecco il Casavecchia Wine Festival

Arte e vino a Pontelatone, ecco il Casavecchia Wine Festival

Claudio Sacco

Battista Marello

– Un vino per un festival, un festival per un vino. Pontelatone, piccolo ma attivo centro del Casertano, organizza il suo tributo al Casavecchia, il vino che è un’eccellenza del territorio casertano. Nelle giornate di sabato 22 e domenica 23 luglio sarà Casavecchia Wine Festival con degustazioni, area food, convegni, biodiversità, laboratori del gusto e gemellaggi. È la terza edizione e a promuoverla è sempre la Condotta Slow Food Volturno, con il patrocinio del Comune e dell’associazione nazionale Città del Vino. OndaWebTv ha già pubblicato il programma.

tariello

Giovani Tariello

Ma non sarà solo una manifestazione a carattere enologico, spazio anche alla cultura,. Ci sarà musica con i concerti di jazz. Ma la vera novità è che Palazzo Galpiati, prestigioso palazzo medioevale del centro storico di Pontelatone, sarà dedicato alle mostre. A piano terra l’esposizione “Ex vite vita. Casavecchia stories” , a cura del critico Enzo Battarra, con i lavori di un tris di artisti eccellenti del territorio Peppe Ferraro (nella foto di copertina), Battista Marello e Giovanni Tariello. La mostra riprende il tema di una rassegna realizzata a Caserta un paiodi decenni fa, dal titolo sempre “Ex Logo Pontelatonevite vita”. E Battarra scrive: “La riproposizione di quel format espositivo serve a collegare saldamente la mostra al Festival sui temi della terra e della produzione con opere topic-specific di artisti che hanno sempre lavorato sull’identità dei luoghi”.

Nello stesso edificio, al primo piano, verrà presentata, a cura dell’architetto Pierluigi Ciarmiello, «Città cruda», un’installazione di arte multimediale realizzata dal fotografo Giovanni Izzo e l’architetto Raffaele Cutillo.

Sempre i tema di architetti, va detto che tutta la parte grafica del festival è curata da un professionista della progettazione come Domenico di Domenico

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 8264 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Olé, al Cervantes quel gotico profuma di Mediterraneo

  (Enzo Battarra) – Anche il gotico ha un’amima. E quella del Mediterraneo è veramente straordinaria. Ed eccola “L’anima del gotico mediterraneo”, una mostra fotografica che si inaugura giovedì 26

Primo piano 0 Comments

Parole in circolazione, Cimbriello online con Leggere Dentro

Al via il quarto appuntamento culturale dal titolo “Leggere Dentro” promosso da AIB Campania, nell’ambito di “Parole in Circolazione. LiberiAmo la cultura”, l’iniziativa di bookcrossing a favore della promozione alla

Comunicati 0 Comments

Reggia, restauro dei letti di Gioacchino Murat e Francesco II

I lavori di restauro delle camere da letto di Gioacchino Murat e Francesco II riportano alla luce il fascino delle manifatture dell’epoca. Grande fermento a Palazzo Reale per la cura e la salvaguardia del

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply