Aurora Leone, una stella della tv in viaggio con il suo trolley

Aurora Leone, una stella della tv in viaggio con il suo trolley

Marco Cutillo

– È giunto al termine il viaggio di Aurora Leone nello spettacolare mondo di Italia’s got talent. Nella finale che ha decretato il vincitore di quest’edizione, la frizzantissima attrice casertana è riuscita a conquistare il quinto posto. È stato il televoto a permetterle di entrare a far parte della cinquina dei correnti più votati, segnale incoraggiante e indice del fatto che non solo i suoi concittadini hanno creduto in lei, ma anche una grande fetta del Bel Paese. Un traguardo, quindi, da stringere a due mani con il sorriso sulle labbra. Soprattutto perché i suoi diciannove anni, freschi ma inevitabilmente inesperti, si sono confrontati con esperienze assai più navigate. «Il giorno dopo la finale è sempre un giorno difficile», confessa Aurora. «C’è la consapevolezza di essere andata in onda in diretta nazionale e il contraccolpo delle emozioni accumulate in una settimana di prove a Milano». Quando poi le si chiede qualche impressione sulla finale, lei risponde così: «Ieri sera c’era un’atmosfera difficile, si avvertivano i ritmi serrati della diretta e l’imparzialità dei commenti dei giudici. Prima di salire sul palco un operatore mi ha detto una frase che non dimenticherò “ci vuole il coraggio di una leonessa, e tu ce l’hai”. Un respiro e via, si racconta un’altra storia. Nonostante l’aria pesante della competizione, è filato tutto liscio e per giunta il commento di Frank ha sottolineato la difficoltà di un’esibizione comica in questo contesto. E che dire, finire tra i primi cinque dà una gioia e una soddisfazione ancora più grande, soprattutto in una serata come quella di ieri: le esibizioni sono state tutte di un livello altissimo. Sono felice, anzi, felicissima del risultato raggiunto e ho tanta voglia di crescere e migliorare». E considerato l’entusiasmo mostrato dal pubblico durante l’esibizione, viene da pensare che questa sia la strada giusta da percorrere. Non ci resta che scoprire fin dove potrà arrivare Aurora con la sua comicità, siamo però sicuri che la sentiremo arrivare, lei ed il suo trolley, tututum, tututum, tututum…

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 8438 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Hecate in trasferta, da Casagiove a Procida per Marzo Donna

Claudio Sacco – “Sono molto lieta di essere stata invitata, quale coordinatrice del Centro Hecate di Casagiove, a presenziare a uno degli appuntamenti di Marzo Donna nella bellissima cornice dell’isola di

Primo piano 0 Comments

Un’infanzia che dura da 70 anni, festa Unicef ad Aversa

L’11 dicembre 1946 l’Onu istituisce la più grande organizzazione mondiale che si occupa dei diritti e delle condizioni di vita dell’infanzia. Per celebrare i 70 anni dell’Unicef il Comitato provinciale

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply